Cpanel – Guida Completa

Cpanel – Guida Completa

Cpanel – Guida Completa 150 150 Leonardo

Cpanel – Guida Completa

cPanel – Panoramica

cPanel è un pannello di controllo di hosting web basato su Linux. Fornisce un’interfaccia utente grafica ed è ricco di molte funzionalità che automatizzano il processo di hosting di un sito Web. È un software premium, sviluppato da una società privata, cPanel Inc.

cPanel è stato scritto in Perl ed è stato rilasciato per la prima volta il 21 marzo 1996. Può essere installato solo su server Linux, supporta il funzionamento di CentOS, RHEL e CloudLinux Software.

Al giorno d’oggi la maggior parte dei server di web hosting Linux utilizza cPanel per ospitare e gestire siti web sui propri server. Se una persona acquista l’hosting da società come GoDaddy, Hostgator o anche da società locali più piccole, è più probabile che l’hosting venga fornito con cPanel.

In questo tutorial impareremo come gestire e ospitare un sito Web con facilità. Questo tutorial è suddiviso secondo le sezioni del cPanel e ogni sezione ha la spiegazione delle funzioni che contiene.

Pubblico

Questo tutorial è preparato per chiunque abbia una conoscenza di base dei computer e dei siti web. Aiuterà tutti quei lettori che desiderano ospitare e gestire un sito web utilizzando cPanel. Dopo aver completato questo tutorial, avrai un livello moderato di esperienza nell’utilizzo degli strumenti di automazione disponibili in cPanel.

Prerequisiti

Prima di iniziare questo tutorial, presumiamo che tu abbia un dominio e un hosting cPanel già configurato. In caso contrario, tratteremo brevemente anche questi argomenti nei capitoli seguenti.

cPanel è un pannello di controllo della gestione dell’hosting basato su Linux. Viene utilizzato per gestire il tuo sito web e il sistema operativo back-end del server. Fornisce un’interfaccia utente grafica per la maggior parte delle attività che eseguiamo sul server del sito Web, ad esempio, caricamento di file, creazione di e-mail, impostazione di cron job, gestione di database, ecc.

Utenti

cPanel cPanel è installato su un sistema Linux dall’amministratore del server. Con l’aiuto del cPanel Software Server, un amministratore può creare server privati ​​virtuali o può dedicare l’intero server per l’ambiente di hosting condiviso. L’hosting condiviso di cPanel ha tre tipi di livelli utente.

Amministratore del server: questo utente è l’utente root di un server Linux cPanel e dispone di tutte le autorizzazioni sul server. Server Admin può creare, modificare o eliminare qualsiasi account dal server cPanel. L’amministratore del server ha accesso a cPanel WHM (Web Host Manger), che può essere inteso come il backend di cPanel.

Account rivenditore: questo utente viene creato dall’amministratore del server e l’amministratore del server può scegliere il tipo di autorizzazioni da concedere agli account rivenditore. Un account rivenditore può inoltre creare account utente e ha accesso a tutti gli account che hanno creato. Un account rivenditore non ha accesso agli account utente che sono stati creati da altri account rivenditore. Hanno anche accesso a WHM con autorizzazioni limitate.

Account utente: si tratta di normali account utente, a ciascun utente che si abbona a un web hosting da un’azienda viene assegnato questo tipo di account. Non hanno accesso a Web Host Manager. L’account utente può ospitare uno o più siti Web in base ai piani acquistati dal provider di hosting web.

Perché cPanel

cPanel è ricco di molte funzionalità che non sono fornite da altri pannelli di gestione dell’hosting web. È grafico, quindi anche gli utenti non tecnici possono usarlo perfettamente. cPanel risponde alle dimensioni dello schermo, quindi può essere utilizzato su dispositivi mobili e tablet. Adatterà automaticamente le dimensioni dello schermo del dispositivo.

cPanel è molto facile da usare e configurare. Regola automaticamente tutte le impostazioni avanzate per l’hosting web. Un utente non ha quasi bisogno di andare alla riga di comando per configurare le impostazioni, poiché ha già tutte le funzionalità integrate.

Vantaggi

cPanel offre i seguenti vantaggi:

  • è molto facile ospitare un sito Web utilizzando cPanel.
  • È pluriennale e disponibile in molte lingue.
  • È reattivo e si adatta a qualsiasi dimensione dello schermo, può essere utilizzato in modo efficiente anche su dispositivi mobili e tablet.
  • cPanel ha un File Manager integrato, che aiuta a gestire i tuoi file senza i problemi di un FTP.
  • cPanel ha un software webmail integrato, che aiuta a inviare e ricevere email tramite client webmail online.
  • Puoi facilmente creare un backup del tuo sito web in pochi passaggi. Questo ti aiuterà a ripristinare il backup, se il tuo sito web riscontra qualche errore.
  • Puoi gestire facilmente i database del tuo sito web, poiché cPanel ha phpMyAdmin integrato, che aiuta a gestire direttamente i database.

Svantaggi

cPanel non presenta svantaggi significativi, tuttavia qui ci sono un paio dei suoi notevoli svantaggi:

  • cPanel è un software commerciale ed è necessario pagare per ottenerlo.
  • cPanel è pensato solo per siti Web di piccole e medie dimensioni. La creazione di un sito Web di grandi dimensioni utilizzando cPanel non è consigliata.

cPanel – Registrazione di un nome di dominio

Se hai un sito web sviluppato localmente o hai pianificato di creare un sito web, ci sono due cose di cui avrai bisogno: un nome di dominio e un hosting web. Un nome di dominio è l’indirizzo del tuo sito web, che verrà utilizzato dai tuoi utenti per accedervi. Ad esempio, tutorialspoint.com o google.com questi sono nomi di dominio.

Un nome di dominio ha due parti, TLD (dominio di primo livello) e SLD (dominio di secondo livello), ad esempio in tutorialspoint.com, tutorialspoint è il dominio di secondo livello di TLD .com, oppure si può dire che è un sottodominio di .com TLD. Sono disponibili molti domini di primo livello, come .com, .net, ecc. E anche TLD specificati per paese come .in, .uk, .ae, ecc.

Importanza di un dominio

Ottenere un nome di dominio di tua scelta può essere molto utile. Puoi usarlo per molte ragioni, ad esempio, puoi creare l’identità del tuo marchio online o puoi creare un sito web di blog personale. Se hai un’attività, le persone saranno in grado di conoscere la tua attività a distanza.

Registrazione di un nome di

dominio I nomi di dominio sono registrati presso un’organizzazione senza scopo di lucro ICANN. Non ti consente di registrare direttamente il tuo dominio, ma dovrai rivolgerti a un registrar di domini per questo scopo. Le registrazioni del nome di dominio comportano una quota di registrazione per un anno e devi rinnovare il dominio ogni anno fornendo una quota di rinnovo. I nomi di dominio non possono essere acquistati in modo permanente in una volta, ma devi rinnovarlo ogni anno, se non riesci a rinnovare il dominio, viene automaticamente cancellato dal registro.

Se desideri registrare il tuo nome di dominio, dovrai seguire questi passaggi –

Passaggio 1 – Scegli un nome di dominio perfetto per il tuo sito web. Se si tratta di un sito Web aziendale, potresti scegliere un nome di dominio, che è il nome della tua attività.

Passaggio 2: scegliere una buona società di registrazione di domini con una buona infrastruttura di supporto. Ad esempio, GoDaddy o BigRock.

Passaggio 3: nel sito Web del registrar, controlla se il tuo nome di dominio è disponibile per la registrazione. Se il dominio che hai selezionato è già stato registrato da qualcuno, dovrai pensare a qualche altro nome di dominio. Se il tuo nome di dominio è disponibile per la registrazione, puoi procedere oltre.

Passaggio 4: fornire le informazioni di contatto e tutto ciò che il registrar ha richiesto. È obbligatorio fornire informazioni corrette durante la registrazione di un nome di dominio, poiché sarà visibile a tutti se l’utente cerca le informazioni WHOIS.

Passaggio 5: è possibile nascondere i dettagli di contatto scegliendo di essere visualizzati da chiunque sottoscrivendo un abbonamento al servizio di protezione della privacy. Questo servizio nasconde tutte le tue informazioni di contatto a tutti tranne che al registrar, questo servizio è fornito da molti registrar di domini a un costo aggiuntivo.

Passaggio 6: completare l’acquisto pagando le quote di registrazione. Il nome di dominio verrà registrato per te.

cPanel – Ottenere un hosting web

Se hai già registrato il tuo nome di dominio, il passo successivo è ottenere un hosting web per il tuo sito web. Il web hosting è un servizio che fornisce spazio per il tuo sito web su Internet. Se vuoi che il tuo sito web venga pubblicato online, dovrai ottenere un servizio di web hosting.

In un servizio di web hosting, il tuo sito web è archiviato in computer ad alta potenza chiamati server web, che sono collegati a una rete ad alta velocità e sono attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Durante l’acquisto di un servizio di web hosting, noleggi uno spazio per il tuo sito web su questi server.

Esistono fondamentalmente tre tipi di web hosting –

Hosting condiviso – In questo tipo di web hosting, un singolo server ospita più siti web, a volte migliaia di loro. Ogni account su questo server ha determinati limiti sull’utilizzo dello spazio su disco per archiviare siti Web, database e larghezza di banda. Questa è la quantità di dati trasferiti attraverso il tuo sito web. Questo tipo di hosting è economico e adatto a siti web di piccole e medie dimensioni.

Server privati ​​virtuali – In questo tipo di hosting, un server Linux è diviso in più parti e ogni parte agisce come un server diverso, ogni server ha alcune risorse limitate. In questo, l’amministratore VPS ha accesso root al suo VPS e può quindi ospitare uno o più siti Web in base alle sue esigenze. Questo tipo di hosting è consigliato per siti web di medie e grandi dimensioni. Il costo del VPS è superiore all’hosting condiviso, ma inferiore all’hosting dedicato.

Server dedicato – In questo tipo di hosting, un intero server viene affittato all’utente, che può ospitare un grande sito Web su questo server o può utilizzarlo per ospitare più siti Web in questo server, l’amministratore del server può creare più VPS. Il costo dell’hosting dedicato è molto più alto e richiede un amministratore del server per gestire questo tipo di hosting.

Se il tuo sito web è nuovo e non si aspetta un utilizzo eccessivo delle risorse, puoi optare per l’hosting condiviso. È possibile acquistare hosting condiviso per ospitare uno o più siti Web in base alle proprie esigenze. In questo tutorial, impareremo come ospitare un sito Web utilizzando cPanel, quindi si consiglia di acquistare l’hosting fornito con cPanel.

cPanel – Configurazione del server dei nomi

Dopo aver acquistato il tuo hosting, dovrai connettere il tuo dominio all’hosting che hai acquistato. Se hai acquistato il dominio e l’hosting dallo stesso provider, è responsabile che i tuoi server dei nomi siano già configurati. Se hai acquistato il dominio e l’hosting da diversi provider, dovrai aggiungere manualmente nuovi server dei nomi al tuo dominio, in modo che possa puntare il tuo dominio al server giusto.

I server dei nomi fanno parte del Domain Name System. Questi server DNS conservano i record di quale dominio è connesso a quale indirizzo IP. I server dei nomi ci consentono di utilizzare un dominio invece dell’indirizzo IP del server DNS. Quando un visitatore digita l’URL del tuo dominio, il server DNS comunica al browser da quale server deve caricare il contenuto. In parole semplici, i server dei nomi definiscono l’attuale provider DNS del tuo dominio.

Quando ricevi l’e-mail con i dettagli di accesso del tuo server di hosting web, ricevi anche i dettagli dei tuoi server dei nomi. La maggior parte dei provider di hosting utilizza i propri server DNS. Per configurare i tuoi server dei nomi, dovrai accedere al pannello di controllo del tuo dominio e aggiornare i tuoi server dei nomi sostituendo quello vecchio. Ogni provider di dominio ha la propria applicazione per farlo, dovrai fare riferimento alla documentazione del tuo registrar di domini per ulteriori dettagli.

I server dei nomi di dominio impiegano tempo per propagarsi attraverso diversi server DNS in tutto il mondo, la modifica potrebbe riflettersi istantaneamente o potrebbe richiedere fino a 48 ore di tempo a seconda dei server DNS del provider di hosting.

cPanel – Accesso al dashboard cPanel

In questo capitolo impareremo ad accedere al dashboard cPanel. Per accedere alla dashboard, avrai bisogno delle tue credenziali di accesso. Queste informazioni ti vengono inviate quando ti sei registrato per l’hosting cPanel o potresti aver creato durante l’acquisto dell’hosting.

cPanel Dashboard è accessibile da due porte: 2082 per connessioni non protette e 2083 per connessioni protette, molti provider di hosting supportano connessioni non protette, ma si consiglia sempre di utilizzare solo una connessione protetta.

Esistono molti modi per trovare la schermata di accesso di un cPanel. Consigliato è che puoi usare l’indirizzo IP del tuo cPanel, potresti trovare il cPanel usando l’indirizzo IP digitando quanto segue nella barra degli indirizzi –

https: // <your_IP_address>: 2083 

https: // <your_IP_address> / cpanel

Se lo hai hai già aggiornato i tuoi server dei nomi per il tuo dominio, quindi puoi utilizzare il tuo dominio per accedere direttamente a cPanel dal tuo dominio. Puoi trovare la schermata di accesso al cPanel utilizzando il tuo dominio digitando quanto segue nella barra degli indirizzi

: https: // <tuo_dominio>: 2083 

https: // <tuo_dominio> / cpanel

Una volta reindirizzato alla schermata di accesso, troverai il login schermata come mostrato di seguito.

Puoi inserire il nome utente e la password e premere il pulsante Accedi per accedere alla dashboard di cPanel.

cPanel – Modifica della password

Dopo aver effettuato correttamente l’accesso a un dashboard cPanel, prima di tutto cambia la password del tuo account cPanel. Questo è molto importante, in modo che la sicurezza di cPanel rimanga intatta. Nessuno vorrebbe che il proprio sito web venisse violato.

Per modificare la password del cPanel, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Nella home page di cPanel, fai clic sul nome utente scritto nell’angolo destro della dashboard.

Passaggio 2: fare clic sull’opzione Password e sicurezza. Troverai l’interfaccia Cambia password.

Passaggio 3 – Scrivi la tua vecchia password e nei seguenti campi, scrivi la tua nuova password due volte.

Old Password

Passaggio 4: abilitare l’opzione di autenticazione digest se è necessario accedere al disco Web tramite una connessione non crittografata in una macchina Windows. Questo tipo di connessione non è protetto e non è consigliato.

Passaggio 5: fare clic su Cambia la password ora! Pulsante per modificare la password corrente. In caso di successo, cPanel ti disconnetterà automaticamente e dovrai accedere di nuovo con la tua nuova password.

cPanel – Stili

Puoi cambiare l’aspetto di cPanel usando questa interfaccia. cPanel ha due principali stili di interfaccia in cui puoi gestire il tuo web hosting. Sebbene queste interfacce siano molto standard, possono essere modificate dall’amministratore del server o dall’amministratore dell’account rivenditore per cambiarne il logo e le icone, ecc.

Per modificare il tuo stile cPanel segui questi passaggi –

Passaggio 1 – In cPanel Home fai clic sul nome utente scritto nell’angolo destro della tua dashboard.

Click Username

Passaggio 2: fare clic sull’opzione Cambia stile. Troverai Cambia stile interfaccia.

Change Style
Change Style Option

Passaggio 3: scegliere un’opzione di stile dagli stili disponibili, fare clic sul pulsante Applica che si trova sopra lo stile per caricare il nuovo stile.

Apply Button

Passaggio 4: cPanel si ricaricherà automaticamente per applicare la nuova impostazione e troverai una nuova interfaccia in base a quella selezionata.

cPanel – Informazioni di contatto

In questa interfaccia di cPanel, puoi modificare l’indirizzo email del sistema. È l’indirizzo e-mail su cui il sistema può notificarti aggiornamenti importanti. Non puoi usare il tuo indirizzo email di sistema o qualsiasi indirizzo email, che è collegato al tuo dominio, in modo da non perdere nessun aggiornamento importante, quando il sistema è inattivo.

Per aggiornare la tua email di contatto, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – In cPanel Home, fai clic sul nome utente nell’angolo destro della dashboard.

Username Dashboard

Passaggio 2: fare clic sull’opzione Informazioni di contatto. Troverai l’interfaccia delle informazioni di contatto.

Contact Information
Contact Information2

Passaggio 3: immettere l’indirizzo e-mail su cui si desidera che il sistema ti contatti per notifiche importanti.

Passaggio 4: puoi inserire un secondo indirizzo email su cui ricevere la copia di quell’email inviata sulla tua email principale.

Passaggio 5: è possibile scegliere le opzioni di un evento su cui il sistema dovrebbe inviarti una notifica nelle preferenze di contatto. Si consiglia di lasciare tutte le caselle di controllo selezionate.

Contact Preferences

Passaggio 6: fare clic sul pulsante Salva per salvare la preferenza di contatto.

cPanel – Home

Una volta effettuato l’accesso alla dashboard di cPanel, vedrai che ha così tante opzioni. In questo capitolo, troverai una breve panoramica di ogni opzione mostrata nella dashboard di cPanel.

cPanel Dashboard

Barra laterale

Puoi passare alle quattro aree principali del cPanel dei tuoi account attraverso questa interfaccia, che sono –

  • Home – Da qui puoi accedere a tutte le funzionalità di cPanel.
  • Statistiche: mostra le informazioni sul tuo account cPanel e anche le risorse utilizzate.
  • Dashboard: mostra i collegamenti rapidi per cambiare gli stili, ecc. E una panoramica del tuo account cPanel.
  • User manager – Qui puoi gestire gli utenti del tuo account cPanel.

Barra di navigazione

In questa barra degli strumenti troverai il logo del cPanel e una casella di ricerca in cui puoi digitare qualsiasi funzione di cPanel per accedervi rapidamente. Come il nome del tuo account utente e alcuni collegamenti rapidi, dopo aver fatto clic su di esso. L’icona di notifica ti mostrerà le notifiche recenti sul tuo account cPanel. Il pulsante Logout terminerà la sessione (disconnettendoti) dal cPanel.

Elenco

delle caratteristiche Mostra tutte le caratteristiche e le funzioni che hai nel tuo cPanel. Puoi fare clic su qualsiasi funzione e ti porterà all’interfaccia delle funzioni desiderate.

cPanel – Statistiche e dashboard

In questo capitolo, discuteremo delle statistiche del cPanel e del dashboard insieme ad alcuni esempi e screenshot per una migliore comprensione.

Statistiche cPanel

L’interfaccia delle statistiche di cPanel mostra statistiche rapide del tuo account cPanel. Include diversi tipi di informazioni mostrate di seguito. Per visualizzare le statistiche rapide del tuo account cPanel, fai clic sulla seconda icona delle statistiche dalla barra laterale a sinistra. Troverai queste informazioni nelle statistiche rapide di cPanel.

Quick Statistics

Generale: ti mostrerà la quantità di larghezza di banda assegnata al tuo account e anche la quantità di larghezza di banda che viene utilizzata da te. Ti mostrerà anche gli account FTP disponibili nel tuo account cPanel. Mostrerà anche le informazioni della tua directory Home e dell’indirizzo IP da cui ti sei loggato l’ultima volta. È possibile fare clic su Informazioni sul server per visualizzare le informazioni dettagliate del proprio server.

Informazioni sul dominio: nella casella successiva, verranno visualizzate le informazioni del dominio principale e il numero di domini aggiuntivi, sottodomini e alias che hai creato.

Informazioni sulla posta: questa sezione mostrerà le informazioni sulle tue e-mail. Ti dirà quanti account e-mail, forwarder di risposta automatica e filtri hai creato insieme al numero totale di risorse assegnate.

Spazio su disco: in questa sezione viene mostrato lo spazio su disco totale del tuo account e anche la quantità di spazio utilizzato dal database MySQL insieme alla quantità totale di spazio assegnato al tuo account e al database MySQL.

Database: questa sezione mostra le informazioni sul numero totale di database che hai creato insieme al numero totale di database che puoi creare.

Cloud Linux

Informazioni di sistema – In questa sezione, le statistiche cPanel mostra le informazioni del tuo sistema con l’utilizzo totale della CPU, la memoria virtuale e fisica che viene utilizzata. Visualizza anche le informazioni sul processo che stai eseguendo, l’input e l’output utilizza e mostra anche il numero di inode, il che significa il numero di file.

Dashboard cPanel

Attraverso questa interfaccia puoi vedere alcune brevi statistiche del tuo account cPanel, inoltre puoi cambiare il tema del tuo account cPanel. Per accedere alla tua dashboard, puoi fare clic sulla terza icona “Dashboard” nella barra laterale sinistra.

Dashboard

cPanel – User Manager

Questa è una nuova funzionalità introdotta nell’ultima edizione di cPanel. Attraverso questa sezione del gestore utenti, puoi controllare tutti gli utenti che hai nel tuo cPanel con un’unica interfaccia. Questa interfaccia ti mostrerà tutti gli account utente, che hanno account di posta elettronica o account FTP associati al tuo dominio. Puoi eliminare, modificare quegli account, modificare le password e anche eliminarli da qui. Questa interfaccia ti dà la possibilità di aggiungere nuovi utenti e associarli anche all’account FTP e di posta elettronica.

Per eliminare un account

Per utilizzare Gestione utenti ed eliminare account utente, è possibile seguire questi passaggi –

Passaggio 1 – Aprire Gestione utenti facendo clic sull’ultima icona nella barra laterale a sinistra. Una volta aperto il gestore utenti, vedrai un’interfaccia come questa –

User Manager

Passaggio 2 – Qui puoi visualizzare tutti gli account del tuo cPanel, inclusi anche gli account di sistema. L’account con l’icona Posta in arrivo colorata mostra che l’account ha un indirizzo e-mail. Gli account con l’icona del camion colorata mostrano che l’account ha accesso all’account FTP, mentre gli account con l’icona del disco colorata mostrano che l’account ha accesso a un disco web.

Passaggio 3: trova l’account che desideri eliminare e fai clic sul collegamento Elimina sotto il dominio.

Delete Link

Passaggio 4: verrà richiesta la conferma, fare clic sul pulsante Elimina per eliminare l’account utente.

Per modificare un account

Se desideri modificare un account o cambiare la password di qualsiasi account. Segui questi passaggi –

Passaggio 1: scegli l’account di cui desideri modificare o cambiare la password, dal gestore utenti. Fare clic sul collegamento Modifica o Modifica password sotto quell’account. Entrambi ti porteranno alla stessa interfaccia, dove potrai modificare l’account.

Change Password

Passaggio 2: è possibile specificare il nome completo dell’utente. Oppure puoi fornire un ID email alternativo per quell’account.

Passaggio 3: scorrere verso il basso per visualizzare le informazioni di sicurezza, è possibile fornire una nuova password in questa interfaccia o se si desidera modificare la password, in caso contrario lasciarla vuota.

Security Information

Passaggio 4: scegliere i servizi che si desidera abilitare per quell’account utente dall’interfaccia dei servizi.

services.jpg

È possibile abilitare o disabilitare la posta elettronica, inoltre è possibile modificare la quota per la posta elettronica di quell’account. Puoi anche abilitare FTP per quell’account, basta spostare l’interruttore per abilitare l’account FTP.

Passaggio 5: fare clic su Salva per salvare le impostazioni per l’utente esistente.

Aggiungi un nuovo utente

Puoi anche aggiungere un nuovo utente e concedergli l’accesso alla posta elettronica e all’FTP. Per creare un nuovo utente, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Fai clic sul pulsante “Aggiungi utente” che si trova sul lato destro dell’interfaccia del gestore utenti. E vedrai la stessa schermata, che hai visto nell’interfaccia utente Modifica.

Basic Information

Passaggio 2 – Fornisci tutte le informazioni necessarie come nome utente e password, puoi anche fornire il nome completo dell’utente, ma è facoltativo.

Passaggio 3: scegliere i servizi che si desidera fornire a quel particolare utente. Abilitare i servizi spostando l’interruttore per abilitare o disabilitare i servizi.

Services1

Passaggio 4: fare clic sul pulsante Crea per creare l’utente e tornare all’interfaccia del gestore utenti oppure fare clic su Crea e aggiungi un altro per creare l’utente e tornare a Aggiungi interfaccia utente per aggiungere nuovamente un nuovo utente.

cPanel – File Manager

cPanel File Manager offre opzioni utili per gestire rapidamente i tuoi file all’interno dell’interfaccia cPanel. È facile da usare e rimuove i fastidi dell’utilizzo di FTP. Puoi creare, caricare, modificare o rimuovere file da questa interfaccia. Offre anche la funzione di spostare i file nel Cestino prima di eliminarli definitivamente, da cui è possibile recuperarli in seguito.

Per aprire il file manager, fare clic su File Manager nella sezione File.

Files Section

Si aprirà una nuova scheda e una volta che sarai in File Manager, vedrai una dashboard come questa.

File Manager

cPanel File Manager ti offre molta flessibilità per la navigazione all’interno dei tuoi file.

È possibile utilizzare il file manager per le seguenti attività.

Ricerca di un file

Per cercare un file, utilizzare la barra di ricerca nella parte superiore del dashboard di File Manager. Puoi cercare in tutti i tuoi file, public_html o nella directory corrente, quindi scrivere il nome del file nella casella di input successiva e fare clic su Vai per cercare un file.

Nota: public_html è una cartella in cPanel, tutti i file accessibili dal frontend del tuo sito web sono memorizzati in questa directory. Index.html o index.php trovati in questa cartella vengono caricati per primi, quando qualcuno accede al tuo sito web dal frontend tramite il tuo URL.

Impostazioni di File Manager

Per accedere alle Preferenze di File Manager di cPanel, fai clic sui pulsanti di impostazione nella parte superiore della Dashboard. Verrà visualizzato un prompt come mostrato di seguito.

Preferences
  • Per impostazione predefinita, cPanel File manager apre la Home Directory del tuo account, quando apri il cPanel. Ma possiamo sovrascriverlo scegliendolo con Web Root, che è la cartella public_html della root FTP pubblica o con una root documento del tuo dominio o qualsiasi sottodominio che crei.
  • In Linux, i file nascosti hanno un singolo punto (.) Davanti. Il File Manager cPanel predefinito non li visualizza, ma puoi scegliere di mostrare i file nascosti abilitando l’opzione Mostra file nascosti (dotfiles).
  • Quando apriamo un file di testo, che può essere HTML, PHP o file di testo normale, cPanel apre una finestra di dialogo per verificare la codifica dei caratteri del file, per garantire la massima compatibilità, durante la modifica del file. È possibile disabilitare questa funzione selezionando – Disabilita le finestre di dialogo di verifica della codifica dei caratteri.

Lavorare con File Manager

Creazione di un file

Per creare un nuovo file, accedere alla directory in cui è necessario creare il file, quindi fare clic su Nuovo file dal dashboard. Si apre un prompt e ti chiede il nome del file. Inseriscilo di conseguenza con l’estensione del file e Path, dove verrà creato il file. Infine, fai clic su Crea nuovo file e verrà creato un nuovo file.

Creazione di una cartella

Per creare una nuova cartella o directory, accedere alla directory in cui si desidera creare la cartella. Fare clic su Nuova cartella dal dashboard. Verrà aperto un prompt per chiederti il ​​nome della tua nuova cartella. Immettere il nome della cartella desiderato e fare clic su Crea nuova cartella. La tua nuova cartella verrà creata.

Copia

È possibile copiare un singolo file o cartella o anche più file o cartelle. Per copiare un singolo file o cartella, seleziona ciò che desideri copiare con un singolo clic del mouse su di esso e fai clic su Copia. Ti verrà chiesto il percorso del file in cui desideri copiare il file o la cartella, inserisci il percorso di conseguenza e fai clic su Copia file.

Per copiare più file o cartelle, fare clic una volta sui file o sulle cartelle desiderati tenendo premuto il tasto ctrl per selezionare più file o cartelle, quindi fare clic su copia. Immettere la posizione desiderata e fare clic sul pulsante Copia file per copiare più file.

Spostamento

È possibile spostare un singolo file o cartella o più file. Per spostare un singolo file o cartella, seleziona quello che vuoi spostare con un singolo clic del mouse su di esso e fai clic su Sposta. Ti verrà chiesto il percorso del file in cui desideri spostare il file o la cartella, inserisci il percorso di conseguenza e fai clic su Sposta file.

Per spostare più file o cartelle, fare clic una volta sui file o sulle cartelle desiderati tenendo premuto il tasto ctrl per selezionare più file o cartelle, quindi fare clic su Sposta. Immettere la posizione desiderata e fare clic sul pulsante per spostare i file per spostare più file.

Caricamento di un file

Per caricare un file dall’interfaccia del gestore di file cPanel, vai alla directory in cui desideri caricare e poi fai clic su Carica. Troverai l’interfaccia mostrata di seguito.

File Upload

Puoi trascinare e rilasciare il file da caricare oppure puoi selezionare il file dal pulsante Seleziona file. Se si desidera che il File Manager sovrascriva automaticamente i file con lo stesso nome, è possibile selezionare la casella di controllo – Sovrascrivi file esistenti.

Download di un file

Per scaricare un file da cPanel File Manager, è possibile selezionare il file singolo o più file con un solo clic sul nome del file e fare clic su Download per scaricare i file.

Eliminazione di un file o di una cartella

Per eliminare uno o più file o una cartella è sufficiente selezionare i file con un clic del mouse e fare clic sul pulsante Elimina. Verrà richiesto di inviare i file nel Cestino, se si desidera eliminare definitivamente i file, selezionare la casella di controllo Salta il cestino. Se la casella di controllo non è selezionata, i file vengono spostati nella cartella Cestino da dove è possibile recuperarli in seguito.

Rinominare un file o una cartella

Per rinominare un file o una cartella, selezionare il file o la cartella con un solo clic del mouse e fare clic su Rinomina. Verrà richiesto di inserire un nuovo nome di file o cartella. Immettere di conseguenza il nome del file o della cartella e fare clic sul pulsante Rinomina file per salvare. Puoi anche fare doppio clic su Nome di qualsiasi file o cartella per rinominare il file.

Editor di testo

Per modificare qualsiasi file di testo con un semplice editor di testo, selezionare il file e fare clic sul pulsante Modifica. Verrà visualizzato un messaggio con il controllo della codifica se abilitato, quindi fare clic su Modifica nel prompt per modificare il file. L’editor di testo si aprirà in una nuova scheda, dove potrai modificare il file. Puoi anche passare all’editor di codice da qui. Al termine della modifica, fare clic su Salva per salvare il file.

Editor di

codice L’editor di codice semplifica la modifica di quei file, che contengono codice al loro interno. Differenzia il colore tra i codici, il che semplifica la modifica di tali file.

Estrazione di un file

Per estrarre un file compresso, selezionare il file che si desidera estrarre e fare clic sul pulsante Estrai. Verrà richiesto di inserire il percorso in cui si desidera estrarre i file, se si immette un percorso che non esiste, cPanel File Manager creerà la directory ed estrarrà il file al suo interno.

Nota – cPanel File Manager può estrarre solo file che sono nel tipo di compressione Zip, GZip e BZip2.

Compressione di un file o di una cartella

Per comprimere una cartella o uno o più file, selezionare i file e fare clic su Comprimi. Verrà visualizzato un messaggio, selezionare il metodo di compressione in cui è possibile scegliere tra Zip, Gzip o Bzip2. Ti chiederà di inserire il nome del file, inserire il nome del file di conseguenza e fare clic su Comprimi file (s). Dopo la compressione, ti verrà mostrato il risultato.

Visualizzazione di un file

Questa opzione ti aiuta a visualizzare il contenuto dei tipi di file conosciuti all’interno dell’interfaccia cPanel. Seleziona il file che desideri visualizzare e fai clic su Visualizza. Si aprirà una nuova scheda e ti verrà mostrato il contenuto del file.

cPanel – Autorizzazioni dei file

Tutti i file e le directory nel sistema operativo Linux hanno autorizzazioni di accesso. Questa funzione dà la possibilità all’utente di impostare diversi livelli di accesso per ogni utente e anche il sistema operativo ottiene la capacità di gestire diverse richieste di accesso al file. Questa funzione rende il sistema più sicuro contro potenziali minacce alla sicurezza. Ci sono tre tipi di permessi di accesso –

  • Lettura – È indicato con una “r” e il numero 4, dà la possibilità all’utente di leggere solo il file.
  • Scrittura: è indicato con “w” e numero 2, consente all’utente di scrivere solo nel file.
  • Esegui: è indicato da “x” e numero 1, offre all’utente la possibilità di eseguire solo il file.

I permessi di accesso possono essere dati anche in gruppi, ad esempio, se vogliamo dare a un file solo i permessi di lettura e scrittura, possiamo assegnare ‘rw–’ a quel file o in forma numerica, possiamo assegnare il numero 6 – come 4 per lettura e 2 per la scrittura è uguale a 6.

Queste autorizzazioni di accesso sono assegnate a tre tipi di utenti –

  • Utente – È il proprietario del file.
  • Gruppo: è il gruppo di utenti in cui si trova il proprietario.
  • Mondo: è riferito a tutti gli altri.

Diamo i permessi di accesso in base ai tipi di file nel cPanel. Per impostazione predefinita, cPanel File Manager dà 6-4-4 permessi agli utenti: 6 per l’utente, 4 per il gruppo e 4 per il mondo. La maggior parte delle volte non è necessario modificare le autorizzazioni del file a meno che non sia necessario.

È possibile modificare i permessi dei file nell’ambiente cPanel utilizzando i seguenti passaggi –

Passaggio 1 – Vai a File Manager da cPanel Home.

Passaggio 2: accedere al file o alla cartella per cui si desidera modificare le autorizzazioni e selezionare il file o la cartella con un solo clic del mouse.

Passaggio 3: fare clic sul collegamento Autorizzazioni dal menu superiore di File Manager e verrà visualizzato un prompt come mostrato di seguito.

Change Permissions

Passaggio 4: scegliere le autorizzazioni in base alle proprie necessità e fare clic su Modifica autorizzazioni per salvare le nuove autorizzazioni di accesso del file.

cPanel – Immagini

Con questa caratteristica di cPanel, puoi gestire e modificare le tue immagini direttamente attraverso la sua interfaccia. L’immagine deve essere caricata nel tuo account per utilizzare questa funzione. Per accedere alle immagini del cPanel, fai clic sul link Immagini trovato nella sezione dei tuoi file.

Files

Questa funzione include i seguenti strumenti:

cPanel Images

Thumbnailer Converter

Thumbnailer crea piccole immagini o miniature dell’immagine originale. Questo viene fatto utilizzando queste immagini ovunque richiesto in quanto potrebbe risparmiare più larghezza di banda. Ad esempio, quando dobbiamo visualizzare un’anteprima della foto, che verrà quindi aperta in una nuova scheda, quando l’utente fa clic sull’anteprima dell’immagine. Possiamo usare una piccola immagine qui, invece di ridimensionare forzatamente l’immagine per visualizzarla in una piccola dimensione.

Per utilizzare il convertitore Thumbnailer, possiamo aprire l’applicazione facendo clic sul collegamento Thumbnailer dalla sezione immagini. Otterremo una dashboard simile come mostrato di seguito.

cPanel – Image Scaler

Image Scaler è uno strumento molto utile per ridimensionare un’immagine per aumentare o diminuire le sue dimensioni, oppure possiamo dire per ridimensionare un’immagine. Per ridimensionare un’immagine, dobbiamo seguire questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri Image Scaler facendo clic sulla sezione Scaler from Images.

Passaggio 2: accedere alle directory facendo clic sull’icona della cartella sul lato sinistro, come sopra.

Passaggio 3: selezionare il file che si desidera ridimensionare facendo clic sul nome del file.

Nota: Image Scaler è uno strumento per una singola immagine e può essere utilizzato con una singola immagine alla volta.

Passaggio 4: immettere nuove dimensioni in pixel o immettere la percentuale in base alla quale si desidera aumentare o diminuire l’immagine. È possibile selezionare, Mantieni proporzioni, in modo che le proporzioni dell’immagine non vengano disturbate e inoltre è possibile conservare la vecchia copia del file poiché Image Scalar sostituisce la vecchia immagine con quella nuova.

Images Scaler

Passaggio 5: infine fare clic su Scala immagine.

cPanel – Convertitore di immagini

Il convertitore di immagini può essere utilizzato per convertire il formato immagine di qualsiasi immagine. Può convertire da un tipo supportato a qualsiasi altro tipo supportato. Per utilizzare il convertitore di immagini, apri l’interfaccia facendo clic sul collegamento al convertitore dalla sezione Immagini.

Passaggio 1: accedere alle directory facendo clic sull’icona della cartella sul lato sinistro, come abbiamo fatto sopra.

Passaggio 2: selezionare il file o la cartella che si desidera ridimensionare facendo clic sul nome del file o della cartella.

Nota – Image Converter può essere utilizzato con un singolo file o cartella.

Passaggio 3: selezionare un nuovo tipo di file dal prompt come mostrato di seguito, che può essere:

  • Portable Network Graphics (.PNG)
  • JPEG (.JPG)
  • GIF (.GIF)
  • Bitmap (.BMP)
Converter

Passaggio 4: infine fare clic su Converti per convertire il tipo di file.

Thumbnailer

Passaggio 1: accedere alla directory desiderata da cui si desidera creare le miniature, per navigare all’interno delle directory utilizzare l’icona della cartella sul lato sinistro.

Passaggio 2: selezionare la cartella da cui si desidera creare le miniature, facendo clic sul nome della cartella visualizzata al centro.

Nota: Thumbnailer è uno strumento per la creazione di miniature in blocco, una singola immagine non può essere utilizzata in questi strumenti.

Passaggio 3: in Percentuale di scala, gli input di testo immettono la percentuale in base alla quale si desidera ridurre l’immagine. Seleziona Mantieni proporzioni per mantenere le proporzioni originali dell’immagine.

Images Thumbnailer

Passaggio 4: infine fare clic su Immagini in miniatura per creare miniature.

Il sistema creerà automaticamente una sottocartella, le miniature nella cartella selezionata e tutti i file in quella cartella verranno convertiti e salvati lì con un prefisso tn_. Ad esempio, se hai un’immagine abc.png, verrà salvata in tn_abc.png.

cPanel – Privacy delle directory

Questa caratteristica di cPanel ci permette di proteggere alcune directory con un nome utente e una password. Se una directory è protetta da questo, se qualcuno dal front-end del tuo sito Web tenta di accedere al file, verrà richiesto di fornire un nome utente e una password, se il nome utente della password non corrisponde, l’utente non sarà in grado di per vedere il contenuto di quella directory.

Per configurare una password per una directory, utilizzare i seguenti passaggi:

Passaggio 1: aprire la configurazione della privacy della directory facendo clic su Privacy della directory nella sezione File.

Directory Privacy

Passaggio 2: navigare all’interno delle directory per trovare la directory che si desidera proteggere. Usa l’icona sul lato sinistro per aprire una directory.

Privacy

Passaggio 3: selezionare la directory che si desidera proteggere facendo clic sul nome della cartella, si otterrà la stessa configurazione mostrata di seguito.

Directory Privacy1

Passaggio 4: selezionare la casella di controllo Proteggi con password per questa directory e immettere un’etichetta che si desidera visualizzare nel frontend, fare clic su Salva per proteggere questa directory.

Passaggio 5: per consentire l’accesso agli utenti, sarà necessario creare utenti. Immettere nome utente e password per creare un nuovo utente, che avrà accesso a questa directory dal frontend.

Passaggio 6: fare clic su Salva per concedere l’accesso a questo utente. Puoi anche creare più di un utente qui.

Se ora provi ad accedere alla tua directory protetta da password, riceverai un prompt come questo:

Authentication

ora puoi inserire il nome utente e la password per accedere a questa directory.

cPanel – Disk Usage

cPanel Disk Usage è un modo molto efficiente per monitorare i tuoi account disponibili e utilizzare gli spazi su disco. Questa funzione esegue la scansione del disco per fornire una panoramica grafica dell’utilizzo del disco. Visualizza lo spazio su disco utilizzato dalle directory, ma non lo spazio occupato da un singolo file. Visualizza anche le informazioni sulla quota del disco utilizzata dai database MySQL, dalle directory nascoste e dalle e-mail.

Aiuta nella gestione della quota del disco, perché una volta che sai quale directory ha i file più grandi, puoi navigare in quella directory utilizzando il file manager ed eliminare i file non necessari.

Per accedere a questa funzione, fare clic sul collegamento Utilizzo del disco dalla sezione File del cPanel.

Disk Usage

cPanel Disk Manger ha principalmente due tabelle. La prima tabella fornisce informazioni sullo spazio su disco utilizzato dalle sottodirectory della home directory e lo spazio utilizzato da altre funzionalità come MySQL, Mailing List. Fare riferimento allo screenshot qui sotto.

Disk Usage1

La seconda tabella mostra una struttura di directory, che ha tutte le sottodirectory comprese quelle nascoste, per aprire una directory per visualizzare lo spazio utilizzato da quella sottodirectory, è possibile fare clic sulla freccia mostrata davanti al nome della directory. Fare clic sul nome della directory ti porterà al File Manager. In questa tabella, puoi vedere quale sottodirectory contiene i file più grandi, è molto utile quando ci sono molte directory nel tuo account.

Sort Directories

cPanel – FTP

File Transfer Protocol (FTP) ti consente di gestire i tuoi file con applicazioni di terze parti come FileZilla, CoreFTP, ecc. Utilizzare un file manager FTP per caricare i file è un’ottima pratica quando il numero di file o la dimensione dei file è grande . Gli account FTP configurano gli utenti che possono caricare, scaricare o modificare i file tramite FTP. Ogni utente FTP ha il proprio nome utente e la propria directory home, solo quella determinata directory a cui l’utente avrà accesso.

Per creare un account FTP, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri la funzione Account FTP facendo clic su Account FTP nella sezione File.

FTP Accounts

Una volta aperta la funzione degli account FTP, vedrai la seguente schermata.

Add FTP Accounts

Passaggio 2: immettere il nome di accesso per il nuovo utente, sarà il nome utente dell’utente, fornire anche una password complessa per questo utente.

Passaggio 3: inserisci la directory per il tuo nuovo utente, puoi anche lasciarla con il nome della directory precompilato in base al tuo utente.

Passaggio 4: fornire una quota di archiviazione FTP, è possibile fornire una quota illimitata o utilizzare un valore in megabyte.

Passaggio 5: fare clic su Crea account FTP e verrà creato il tuo account FTP.

Configurazione del client FTP

Per configurare il client FTP, è possibile scaricare qualsiasi file di configurazione predefinito facendo clic su Configura account FTP.

FTP

Puoi scaricare i file di configurazione FTP per FileZilla o CoreFTP, che sono software per Windows o Cyberduck per Mac.

Account FTP speciali

Questi account FTP sono preconfigurati con un account di hosting e non possono essere eliminati, vengono utilizzati per scopi amministrativi.

Special FTP

Uno degli account FTP speciali è il tuo account FTP amministrativo, il cui nome utente sarà lo stesso del nome utente dell’account. La home directory di questo account FTP è la directory principale dell’account cPanel. Puoi accedere a tutti i file del tuo account con questo account FTP. La sua password sarà la stessa del tuo account cPanel.

cPanel – Sessioni FTP

L’interfaccia della sessione FTP di cPanel mostra gli utenti correnti, che hanno effettuato l’accesso al sito web tramite FTP. Questa interfaccia è utile e ti aiuta a terminare le connessioni indesiderate con un clic.

Per accedere a questa funzione, fare clic sul collegamento Sessioni FTP dalla sezione File di cPanel.

FTP Sessions

Si aprirà un’interfaccia in cui mostrerà gli utenti attuali che hanno effettuato l’accesso al tuo sito. Se nessun utente ha effettuato l’accesso, verrà visualizzato il messaggio che nessun utente ha effettuato l’accesso.

FTP Connetions

Qui verranno mostrate le seguenti informazioni:

Esempio
utenteVisualizza il nome utentedell’utenteliptanxy
connessoModulo connessoVisualizza l’indirizzo IP o il nome host del sistema dell’utente106.215.178.204
Ora di accessoVisualizza l’ora di accesso dell’utenteThu Jan 21 13:50:03 2016
StatoVisualizza lo stato delle sessioniIDLE
processo ID processosessione FTP del sistema ID203299
AzioniTermina la connessioneDisconnetti

Termina una connessione FTP

Se pensi che un utente non stia svolgendo alcuna attività e è in modalità IDLE da molto tempo o se pensi che un utente stia caricando un file molto grande o stia facendo qualcosa di dannoso, puoi terminare la connessione facendo clic sul pulsante di disconnessione da Azioni. Vedrai il seguente messaggio.

Disconnect FTP Connetions

Fare clic su Disconnetti “Utente” e la connessione FTP dell’utente verrà terminata immediatamente.

cPanel – Backup

Questa caratteristica di cPanel è molto utile per il tuo sito web. Possiamo utilizzare la funzione di backup per trasferire il nostro sito Web sul nuovo host. Se stiamo apportando una modifica ai file o al database del sito Web, possiamo creare un backup del sito Web. In modo che, se in futuro dovesse accadere qualcosa di sbagliato al sito durante la modifica, possiamo sempre ripristinarlo come era prima. In caso di problemi con il provider di hosting, avrai sempre una copia del sito web.

cPanel Backup crea una copia compressa dell’intero sito web o di una parte del tuo sito web. Ci sono due tipi di backup nei tuoi backup cPanel.

Backup completo Il backup

completo crea una copia compressa dell’intero sito Web e dell’account cPanel. Include tutti i file che possiedi oa cui hai accesso. Include anche tutti i database, account di posta elettronica, elenchi di posta elettronica, sottodomini, ecc.

I backup completi non possono essere ripristinati tramite l’interfaccia cPanel. Viene utilizzato solo quando si trasferisce l’host corrente al nuovo host. Devi caricare questo backup zippato nella tua home directory e chiedere al tuo provider di hosting di ripristinarlo.

Per scaricare il backup completo del tuo sito web, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri Backup cPanel facendo clic su Backup dalla sezione File in cPanel Home.

Backup

In alto, troverai il backup completo come mostrato di seguito –

Full Backup

Passaggio 2 – Fai clic sul grande pulsante blu su cui è scritto “Scarica un backup completo del sito Web” e verrai portato a questa schermata.

Website Backup

Passaggio 3: selezionare la destinazione del backup, lasciarla come directory principale. Questo creerà un backup nella tua directory home, da dove potrai scaricarlo in seguito. Immettere l’indirizzo e-mail, a cui si desidera ricevere una notifica, quando il backup completo del sito Web è pronto per essere scaricato. Poiché il backup completo del sito Web richiede tempo per essere generato.

Passaggio 4: fare clic su Genera backup e verrà visualizzato un messaggio di successo di Backup in corso.

Per scaricare il backup completo del sito web, puoi sempre tornare a questa pagina dopo aver ricevuto la tua notifica e-mail e vedrai una schermata simile a quella mostrata di seguito.

Backup1

Scarica il backup facendo clic sul collegamento di backup.

Backup

parziali Il backup parziale viene creato e può essere scaricato immediatamente. Tramite il backup parziale, è possibile scaricare separatamente la home directory, i database, i server di inoltro e-mail e i filtri di posta. Puoi ripristinare i backup scaricati in qualsiasi momento caricandoli su cPanel utilizzando la stessa interfaccia.

Per utilizzare questa funzione, apri la sezione Backup utilizzando lo stesso metodo utilizzato sopra nel passaggio 1, scorri verso il basso e vedrai un’interfaccia simile mostrata qui, l’interfaccia varierà in base al tuo dominio e ai tuoi dati.

Partial Backup

È possibile fare clic sul pulsante Directory principale per scaricare il backup della directory principale. Per ripristinare la directory home, è possibile caricare lo stesso file nell’interfaccia a destra su cui Restore a home directory backup è scritto.

Puoi fare lo stesso con database, server di inoltro e-mail e filtri e-mail.

cPanel – Backup guidato

È possibile utilizzare cPanel Backup Wizard per eseguire il backup e il ripristino del sito Web cPanel passo dopo passo. La procedura guidata di backup di cPanel è stata creata per utenti non avanzati per semplificare il processo di backup e ripristino.

Per utilizzare cPanel Backup Wizard, apri questa interfaccia facendo clic sul collegamento Backup Wizard, che può essere trovato nella sezione File della cPanel Home.

cPanel Backup

Una volta entrato nella procedura guidata di backup, è possibile creare backup o ripristinare backup tramite l’interfaccia simile mostrata di seguito –

Backup Wizard

Per utilizzare questa procedura guidata di backup, ci sono 3 passaggi importanti –

Se è necessario scaricare il backup del sito Web

Passaggio 1: selezionare Backup.

Passaggio 2: selezionare il backup completo o parziale, come indicato nel capitolo precedente. Non possiamo ripristinare il backup completo, lo stesso vale anche qui. Se desideri scaricare Partial Backup, puoi fare clic su uno qualsiasi da Home Directory, Database MySQL o Inoltri e filtri e-mail. Il backup parziale scaricato da Backup guidato può essere ripristinato solo tramite Backup guidato.

Steps

Passaggio 3: scarica il backup in base alla tua scelta.

Se è necessario ripristinare il sito Web dal backup scaricato, seguire questi passaggi:

Passaggio 1: selezionare Ripristina dall’interfaccia della procedura guidata di backup.

Passaggio 2: selezionare il tipo di ripristino da home directory, database MySQL o inoltri e filtri e-mail.

Select Restore

Passaggio 3: caricare il file di backup su e fare clic sul pulsante Ripristina per ripristinare il backup.

Final Step

cPanel – Database

MySQL MySQL è il più popolare sistema di gestione di database SQL Open Source. Per gestire un enorme volume di dati in modo efficiente, memorizziamo i dati in tabelle, un gruppo di molte tabelle può essere creato in un unico database. Questa interfaccia consente di creare e gestire i database MySQL esistenti.

Se stai creando un’applicazione basata su PHP o qualsiasi applicazione che utilizza un database, dovrai creare un database e un utente del database per accedere a questo database. Per utilizzare WordPress, Drupal, Joomla o qualsiasi altro CMS, sarà necessario creare un database MySQL prima di installare questi CMS.

Per creare un nuovo database MySQL, è necessario aprire l’interfaccia MySQL facendo clic sul collegamento Database MySQL, che si trova nella sezione Database di cPanel Home.

Databases

Crea un nuovo database

Quando si aprirà l’interfaccia dei database MySQL, la prima cosa che vedrai è Crea una nuova sezione di database come mostrato di seguito.

MySQL Databases

Per creare un database, è sufficiente immettere il nome del database che si desidera creare e quindi fare clic sul pulsante Crea database. Ora riceverai un messaggio di successo che il database è stato aggiunto.

MySQL Databases1

Nota: cPanel aggiungerà automaticamente un prefisso al nome del database immesso. In modo che non ci siano ambiguità nei database come nell’ambiente di hosting condiviso. Ci sono molti utenti e non può esserci lo stesso nome per due database, quindi il nome del database diventa Prefix_dbName. Quando si collega il database con l’applicazione Web, sarà necessario utilizzare il nome completo del database.

Aggiunta di un utente al database

Per utilizzare il database appena creato nell’applicazione, sarà necessario creare un utente e concedergli tutti i privilegi per modificare i dati nel database.

Per creare un utente database, scorri verso il basso fino alla fine in Interfaccia dei database MySQL. Lì vedrai gli utenti MySQL, sotto ci sarà Aggiungi nuovo utente, come mostrato di seguito.

Add New User

Passaggio 1: inserisci un nome utente in base alla tua scelta e scegli una password complessa. Fare clic su Crea utente per creare un nuovo utente. Riceverai un messaggio di successo “Hai creato con successo un utente MySQL.

Nota: il nome utente completo dell’utente del database include il prefisso e il nome utente fornito.

Poiché abbiamo creato un utente del database, ora dovremo aggiungere l’utente per accedere al database.

Passaggio 2 – Scorri verso il basso per trovare “Aggiungi utente al database”.

Add User

Passaggio 3: selezionare l’utente e il database che si desidera associare insieme. Fare clic sul pulsante Aggiungi e verrà visualizzata la schermata seguente.

Manage User

Per fornire tutti i privilegi all’utente, selezionare la casella di controllo TUTTI I PRIVILEGI e tutte le caselle di controllo verranno automaticamente selezionate. Fare clic su Apporta modifiche per salvare le modifiche.

Modifica di un database

I dati archiviati in MySQL possono essere danneggiati nel tempo. Ci sono molte ragioni per cui ciò potrebbe accadere. Durante l’utilizzo del database nell’applicazione Web, se vediamo errori relativi al database, è necessario riparare il database per riparare i dati danneggiati. Ma prima di riparare il nostro database, dovremo trovare la tabella in cui i nostri dati sono danneggiati controllando il database per gli errori.

Ci sono due operazioni che possiamo eseguire per risolvere gli errori relativi al database. Per eseguire queste azioni, è necessario scorrere fino a Modifica opzioni database nell’interfaccia del database MySQL, lo screenshot per la modifica del database è mostrato di seguito.

Modify Database

Controlla un database

Con questa funzione del database cPanel, puoi trovare quale tabella nel database è danneggiata.

Per controllare un database, dobbiamo eseguire i seguenti passaggi.

Passaggio 1: selezionare il database che si desidera controllare, dal menu a discesa di Verifica database, come mostrato sopra.

Passaggio 2: fare clic sul pulsante Verifica database.

Passaggio 3: cPanel eseguirà ora uno script automatico per trovare la tabella danneggiata nel database. Se viene trovata una tabella danneggiata, verrà visualizzato il nome della tabella, altrimenti verrà visualizzato un messaggio di successo.

Riparazione di un database

Questo strumento di database aiuta a riparare automaticamente i dati o le tabelle danneggiati dal database.

Per utilizzare questo strumento, è necessario eseguire i seguenti passaggi:

Repair Database

Passaggio 1: selezionare il database con dati corrotti dal menu a discesa.

Passaggio 2: fare clic sul pulsante Ripara database.

Passaggio 3: cPanel ora eseguirà uno script automatico per riparare i dati o la tabella corrotti dal database, se ha successo, ti darà un messaggio di successo. Se non riesce a riparare il database, verrà visualizzato un errore con il nome della tabella in cui si è verificato l’errore.

cPanel – MySQL Database Wizard

MySQL Database Wizard è un processo passo passo per creare un database e utente MySQL e infine aggiungere l’utente per accedere al database.

Per usare questa interfaccia, avremo bisogno di aprire MySQL Database Wizard, che può essere trovato nella sezione database di cPanel Home, come mostrato di seguito.

MySQL Database Wizard

Passaggio 1: creare un nuovo database fornendo un nome database nell’input di testo, una volta compilato, fare clic su Passaggio successivo.

Database Wizard

Passaggio 2: creare un utente del database fornendo un nome utente e una password. Al termine, fai clic su Crea utente.

Create Database Wizard

Passaggio 3: aggiungere l’utente al database concedendo tutti i privilegi all’utente per l’accesso e la modifica dei dati. Seleziona la casella di controllo TUTTI I PRIVILEGI e, al termine, fai clic su Passaggio successivo.

Add User Database

Passaggio 4: riceverai un messaggio di successo se tutto funziona correttamente.

Per modificare il database creato utilizzando MySQL Database Wizard, puoi sempre utilizzare l’interfaccia MySQL Databases.

cPanel – phpMyAdmin

Il phpMyAdmin è uno strumento di terze parti per gestire tabelle e dati all’interno di un database. È un’interfaccia utente grafica per gestire i database MySQL. È possibile creare manualmente tabelle, importare ed esportare dati o modificare i valori di una riga attraverso di essa.

Per accedere a phpMyAdmin, fare clic sul collegamento phpMyAdmin, che si trova nella sezione database di cPanel Home.

phpMyAdmin Link

Vedrai una dashboard simile a questa.

phpMyAdmin

Nel riquadro di sinistra, c’è un elenco di database, che possono essere utilizzati per visualizzare la tabella in ogni database. Nel riquadro di destra sono presenti informazioni generali sul server database.

Eseguire una query SQL

Per eseguire una query SQL su un database, sarà necessario eseguire i seguenti passaggi:

Passaggio 1: selezionare il database dal riquadro sinistro facendo clic sul nome del database. Una volta selezionato il database, ti mostrerà la struttura del database.

Passaggio 2: fare clic su SQL dalla barra superiore per aprire l’editor SQL.

SQL Editor

Passaggio 3: scrivere la query nell’editor SQL. Puoi anche inserire più query, separate da punto e virgola (;).

Multiple Queries

Passaggio 4: fare clic sul pulsante Vai per eseguire la query. Se la query viene eseguita correttamente, riceverai un messaggio di successo.

cPanel – MySQL remoto

Questa funzionalità di cPanel consente a server remoti o applicazioni web di accedere a un database ospitato sul tuo account. Se un server o un’applicazione web tenta di accedere al database sul tuo account, a cui non è consentito l’accesso, cPanel non consentirà a questo host di accedere al tuo database. Tuttavia, se disponi di un’applicazione a cui desideri concedere l’accesso ai tuoi database, puoi aggiungere qui il nome host o l’indirizzo IP.

Per accedere a questa interfaccia, fai clic sul collegamento MySQL remoto che si trova nella sezione Database del tuo cPanel.

MySQL Link

Aggiungi host di accesso

Per aggiungere un host di accesso, che può accedere ai tuoi database quando necessario. Dovrai inserire il nome host nell’input di testo. Puoi inserire nomi host in tre tipi.

Add Access Host
  • È possibile utilizzare il nome di dominio, ad esempio www.tutorialspoint.com
  • È possibile utilizzare l’indirizzo IP, ad esempio 184.168.144.133
  • È possibile utilizzare il carattere jolly%, ad esempio% .tutorialspoint.com o 184.164.144.%

Fare clic su Aggiungi host per aggiungere un host di accesso.

Rimuovi host di accesso

Per negare l’accesso a un’applicazione Web che ha accesso ai database, fare clic sul collegamento Elimina dall’elenco di host di accesso.

Remove Access Host

cPanel – Sottodomini

Il sottodominio è un dominio, che fa parte di un dominio primario ed esiste nello stesso server. Possiamo anche dire che si tratta di un secondo sito Web, che risiede nel dominio principale, tuttavia può o non può avere alcuna relazione con il sito Web principale. possiamo eseguire un nuovo sito web sotto questo sottodominio.

Ad esempio: blog.tutorialspoint.com è un sottodominio per il dominio principale tutorialspoint.com e blog.tutorialpoint.com è accessibile anche da tutorialpoint.com/blog.

Per creare un sottodominio

Passaggio 1: fare clic su Sottodomini, che si trova nella sezione Domini.

Domains Section

Passaggio 2: immettere il testo del sottodominio che si desidera creare. Seleziona il dominio principale per il tuo sottodominio e la radice del documento verrà automaticamente compilata in base al tuo sottodominio. Puoi lasciarlo così com’è o modificarlo in base alle tue necessità. Fare clic sul pulsante Crea per creare il tuo sottodominio.

Subdomain

Se il tuo sottodominio è stato creato correttamente, vedrai un messaggio di successo come quello mostrato di seguito.

Success Message

Gestione del reindirizzamento

Se desideri che il tuo sottodominio punti a un altro dominio anziché caricare il contenuto dal tuo server, puoi farlo facendo clic su Gestisci reindirizzamento come mostrato di seguito.

Manage Redirection

Verrai indirizzato alla schermata, dove potrai gestire il reindirizzamento per il tuo sottodominio. Inserisci il nuovo URL a cui vuoi reindirizzare il tuo sottodominio. Fai clic su Salva e il tuo reindirizzamento verrà salvato con successo. Se vuoi disabilitare il reindirizzamento in un secondo momento, puoi fare clic su Disabilita reindirizzamento.

Disable Redirection

cPanel – Alias

Questa funzione di cPanel consente il caricamento del tuo sito web da un altro dominio. Quando un utente accede al dominio alias o al dominio parcheggiato per accedere al sito Web, il cPanel lo reindirizza automaticamente al dominio principale e carica il sito Web principale.

Ad esempio, considera che il tuo dominio principale è www.mymaindomain.com e hai anche acquistato www.myanotherdomain.com e www.mymaindomain.in e desideri mostrare il tuo stesso sito Web a questi altri domini, che hai anche acquistato. Non è necessario acquistare un hosting separato per questi domini e copiare il sito Web su questi domini. Puoi utilizzare gli alias cPanel per puntare questi domini al tuo dominio principale.

Crea un alias

Per creare un alias, dovrai seguire questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri gli Alias ​​cPanel facendo clic sul collegamento Alias ​​che si trova nella Sezione Domini della Home di cPanel.

Aliases Link

Passaggio 2: nella sezione Alias, vedrai Crea nuovo alias, inserisci il tuo dominio nella casella di testo.

Create Aliases

Passaggio 3: premere il pulsante Aggiungi dominio per aggiungere un alias, in caso di successo vedrai un messaggio di successo.

Nota – 1. Il dominio deve essere già registrato. 2. I server dei nomi di dominio devono essere configurati per puntare al tuo account cPanel.

Rimuovi alias

Per rimuovere alias creati in precedenza, è necessario seguire questi passaggi:

Passaggio 1: accedere alla sezione Rimuovi alias, che si trova in Rimuovi alias.

Remove Aliases

Passaggio 2: fare clic sul collegamento Rimuovi da Azioni corrispondente al dominio che si desidera rimuovere e verrà visualizzata la seguente richiesta di rimozione.

Remove Prompt

Passaggio 3: fare clic sul pulsante Rimuovi alias, in caso di successo vedrai un messaggio di successo.

cPanel – Addon Domain

Addon Domains sono domini aggiuntivi ospitati nel tuo account, archiviati in sottocartelle. Il sistema tratta questi domini come un sottodominio del tuo sistema. Se desideri gestire un sito Web completamente diverso con lo stesso piano di hosting, puoi utilizzare questa funzionalità di cPanel. È l’opzione migliore per eseguire più siti Web su un singolo account cPanel. Ad esempio, hai un sito di hosting per blog e desideri un sito web diverso per il tuo CV, non avrai bisogno di acquistare un account di hosting diverso, ma puoi utilizzare lo stesso hosting per il sito web del tuo CV.

Per utilizzare questa funzione, sarà necessario fare clic sul collegamento Domini aggiuntivi nella sezione Domini dalla home page di cPanel.

Domains

Nell’interfaccia Addon Domains, puoi eseguire le seguenti attività.

Crea un dominio aggiuntivo

Per creare un dominio aggiuntivo, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Trova la sezione Crea un dominio aggiuntivo in Domini aggiuntivi, come mostrato di seguito.

Addon Domains

Passaggio 2: inserisci il tuo nome di dominio nella casella di testo Nuovo nome di dominio.

Passaggio 3: i sottodomini e la radice del documento verranno compilati automaticamente. Quindi puoi lasciare l’impostazione così com’è oppure puoi modificarle in base alle tue necessità.

Passaggio 4: è possibile creare un account FTP, che verrà associato al dominio aggiuntivo. Per creare un account FTP, seleziona la casella di controllo in cui è scritto Crea un account FTP associato a questo dominio.

FTP Account

Passaggio 5: immettere il nome utente e la password FTP per creare un account FTP.

Passaggio 6 – Fare clic sul pulsante “Aggiungi dominio”, se non si verificano errori, verrà visualizzato un messaggio di successo.

Add Domains

Rimuovere un dominio aggiuntivo

Per rimuovere un dominio aggiuntivo, scorri verso il basso fino alla sezione “Modifica dominio aggiuntivo” e premi il collegamento rimuovi dalle azioni corrispondenti al dominio aggiuntivo.

Modify Addon

cPanel – Reindirizzamento

L’interfaccia di reindirizzamento consente di inviare tutti i visitatori o il traffico di un dominio o di una determinata pagina Web a un nuovo dominio. Ad esempio, se hai spostato il tuo sito web su un nuovo dominio e desideri reindirizzare tutti i tuoi visitatori a un nuovo sito web, devi impostare il reindirizzamento. Sono disponibili due tipi di reindirizzamento: Reindirizzamento

permanente (301)

Questo reindirizza i visitatori a un nuovo sito Web e aggiorna i segnalibri del visitatore. Questo indirizza anche i motori di ricerca al tuo nuovo sito web. Questo reindirizzamento è permanente e significa che la pagina è stata spostata. Quindi, il motore di ricerca e altri crawler aggiornano i propri dati in base al nuovo collegamento. La popolarità e la SEO del collegamento rimangono le stesse del vecchio collegamento.

Reindirizzamento temporaneo (302)

Questo reindirizza i visitatori a un nuovo sito Web, ma non aggiorna il segnalibro del visitatore. I motori di ricerca indicizzano ancora il tuo sito web originale. Questo reindirizzamento è temporaneo e il motore di ricerca pensa che il nuovo collegamento verrà rimosso, quindi non ha la stessa popolarità del vecchio collegamento.

Crea un reindirizzamento

Per creare un reindirizzamento, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Fai clic su Reindirizzamenti nella sezione Domini della home page di cPanel.

cPanel Domains Section

Passaggio 2: scegliere il tipo di reindirizzamento dal menu a discesa, Reindirizzamento permanente o temporaneo.

Redirects

Passaggio 3: scegliere il nome di dominio che si desidera reindirizzare dal menu a discesa degli elenchi di domini.

Passaggio 4: nella casella di testo successiva, immettere il percorso della pagina o il percorso della cartella che si desidera reindirizzare.

Passaggio 5: immettere l’URL completo della pagina a cui verrà reindirizzato il dominio, nella casella di testo Reindirizza a. Sarà inoltre necessario specificare anche il protocollo, http: // o https: //.

Passaggio 6: selezionare www. reindirizzamento, determina se desideri che il tuo dominio venga reindirizzato con www o meno. Spiegazioni delle opzioni fornite di seguito.

  • Reindirizza solo con www. – Questo reindirizzamento verrà eseguito solo se l’utente ha inserito www. nell’URL.
  • Reindirizza con o senza www. – Questo reindirizzamento verrà sempre eseguito, non dipende dal fatto che l’utente abbia inserito www. in URL o no.
  • Non reindirizzare www. – Questo reindirizzamento non funzionerà, se l’utente ha inserito www. nell’URL.

Scegli la tua opzione di conseguenza, si consiglia di utilizzare Redirect con o senza www.

Passaggio 7: selezionare la casella di controllo Reindirizzamento con caratteri jolly, se si desidera reindirizzare tutti i file e le cartelle nella sottocartella allo stesso file o cartella nel nuovo dominio. Ad esempio, con il reindirizzamento con caratteri jolly www.example.com/pic.jpg reindirizzerà a www.new–example.com/pic.jpg. Senza il reindirizzamento con caratteri jolly, www.example.com/pic.jpg reindirizzerà a Selezionare la casella di controllo di conseguenza.

Passaggio 8: fare clic sul pulsante Aggiungi per salvare le impostazioni.

Presto aggiornerò e migliorerò i contenuti.

Se hai bisogno di un tecnico professionista o una consulenza, puoi contattarmi al 3516386434 o tramite email

cPanel – Simple Zone Editor

DNS (Domain Name System) è una parte essenziale di Internet System. Mappa semplicemente un FQDN (Full Qualified Domain Name), che è in formato leggibile dall’uomo. Ad esempio, www.tutorialspoint.com all’indirizzo IP, che vengono utilizzati dalla macchina del computer, ad esempio 117.18.237.191. Per questo processo, DNS utilizza file di zona archiviati nei server, che contengono record di risorse per mappare un nome di dominio a un indirizzo IP.

In questo Simple Zone Editor, possiamo aggiungere due tipi di record:

Aggiungi un record

A I tipi di record di risorse A sono record del nome host. Contengono l’indirizzo IP di un host specifico e mappa il nome di dominio con un indirizzo IP a 32 bit.

Per aggiungere un record di tipo A, esegui i seguenti passaggi –

A Type Reord

Passaggio 1: apri l’Editor facendo clic su Simple Zone Editor che si trova nella sezione Domains di cPanel Home.

Passaggio 2: trova Aggiungi un record A nell’interfaccia di Simple Zone Editor.

Simple Zone

Passaggio 3: immettere il nome nella casella di testo Nome e l’indirizzo IP nella casella di testo Indirizzo.

Passaggio 4: premere Aggiungi un record A. In caso di successo, riceverai un messaggio di successo.

Nota: i record “A” sono essenziali per accedere al tuo sito web. Consentono ai server DNS di individuare il tuo sito web ei suoi servizi. Senza un record “A”, i visitatori non possono accedere al tuo sito web. Il cPanel configura automaticamente i record di tipo A per il tuo dominio e sito web, non appena vengono creati.

Aggiungi un record CNAME

I record CNAME vengono utilizzati per aggiungere un Alias ​​al nome di dominio associato. Puoi puntare più record CNAME a un singolo record A. In modo che quando il DNS cerca l’alias, puoi semplicemente rinominare un host, che è definito nei record A.

Per aggiungere un record CNAME, segui questi passaggi.

Passaggio 1: scorri verso il basso su Simple Zone Editor per trovare Add a CNAME Record.

Passaggio 2: immettere il nome alias desiderato per il record CNAME nella casella di testo Nome e immettere un FQDN nella casella di testo CNAME a cui si desidera puntare il proprio alias.

Passaggio 3: fai clic su Aggiungi record CNAME e dovresti vedere un messaggio di successo.

Rimuovere un record A o CNAMErecord A o CNAME

Per rimuovere undefinito dall’utente, scorrere in basso su Simple Zone Editor per trovare i record definiti dall’utente. Fare clic sul collegamento Elimina corrispondente al record che si desidera rimuovere.

User–Defined Records

Dovresti vedere un messaggio di successo quando il record viene eliminato.

cPanel – Advance Zone Editor

Questa interfaccia è la versione avanzata di Simple Zone Editor, che abbiamo esaminato nel capitolo precedente. Possiamo aggiungere, modificare o eliminare vari tipi di record qui, che sono A, AAAA, CNAME (Conical Name Record), SRV (Service Record), TXT (Text Record). Possiamo anche configurare TTL (Time to Live) con i record in questa interfaccia.

TTL (Time to Live) indica per quanto tempo i server DNS possono memorizzare nella cache i record di risorse prima di eliminare le informazioni.

Ripristina file di zona

Questa opzione ripristina tutte le modifiche apportate al tuo account cPanel riguardo ai record DNS. Reimposta anche le modifiche apportate utilizzando Simple Zone Editor.

Per ripristinare i file di zona, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Accedi a cPanel Advanced Zone Editor facendo clic sul collegamento Advanced Zone Editor che si trova nella sezione Domains dell’interfaccia cPanel.

Zone Editor

Passaggio 2: trova il file di ripristino della zona e fai clic su altro collegamento.

Advanced zone Editor

Passaggio 3 – Ti mostrerà un avviso che tutte le modifiche nei file di Zona verranno cancellate. Seleziona la casella di controllo Sei sicuro di voler cancellare tutte le voci e ripristinare lo stato predefinito?

Reset Zone File

Passaggio 4: premere il pulsante Ripristina file di zona per ripristinare lo stato predefinito del file di zona. In caso di successo, vedrai un messaggio di successo mostrato di seguito.

Zone File

Aggiungi un record A

Il tipo “A” di record di risorse sono i record del nome host. Contengono l’indirizzo IP di un host specifico e mappano il nome di dominio con un indirizzo IP a 32 bit.

Per aggiungere un record A, segui questi passaggi.

Passaggio 1: trova la sezione Aggiungi una registrazione nell’editor della zona avanzata.

Passaggio 2: selezionare Record “Tipo A” dal menu a discesa Tipo.

Add Record

Passaggio 3: immettere il nome del record A. Immettere il valore TTL, se non vi è alcuna necessità specifica, è possibile utilizzare il valore predefinito che è 14400. Immettere anche l’indirizzo IP del record nella casella di testo Indirizzo.

Passaggio 4: fare clic su Aggiungi record per salvare il record nelle voci DNS.

Aggiungi un record AAAA

I record di risorse AAAA collegano i nomi host con l’indirizzo IPv6, che è un indirizzo IP a 128 bit.

Passaggio 1: trova la sezione Aggiungi una registrazione nell’editor della zona avanzata.

Passaggio 2: selezionare il tipo di registrazione da AAAA nel menu a discesa.

Add a Record

Passaggio 3: immettere il nome host nella casella di testo Nome e il valore TTL nella casella di testo TTL, a meno che non sia richiesto utilizzare il valore TTL predefinito, ovvero 14400.

Passaggio 4: immettere l’indirizzo IPv6 a 128 bit nella casella di testo Indirizzo IPv6 a cui si desidera associare il nome host .

Passaggio 5: fare clic su Aggiungi record per salvare questo record AAAA nelle voci DNS.

Aggiungi un record

CNAME I record CNAME vengono utilizzati per aggiungere un alias al nome di dominio associato. Puoi puntare più record CNAME a un singolo record A in modo che quando il DNS cerca l’alias, puoi semplicemente rinominare un host, che è definito nei record A.

Per aggiungere un record CNAME, segui questi passaggi.

Passaggio 1: trova la sezione Aggiungi una registrazione nell’editor della zona avanzata.

Passaggio 2: selezionare il tipo di record CNAME dal menu a discesa.

Type CNAME

Passaggio 3: immettere il testo del sottodominio o alias per nome, fornire anche il valore TTL nella casella di testo TTL, a meno che non sia richiesto utilizzare il valore TTL predefinito, che è 14400.

Passaggio 4: immettere un nome di zona valido o un nome di dominio a cui si desidera che questo alias puntare a, nella casella di testo CNAME.

Passaggio 5: premere il pulsante Aggiungi record per salvare questo record CNAME nelle voci DNS.

Aggiungi un record SRV

Questo record di risorse fornisce informazioni sui servizi disponibili nelle porte specifiche del server. Associano la posizione di un servizio ai dettagli su come il servizio può essere contattato su un dominio specifico. Un record SRV deve puntare a un nome host con un record A.

Per aggiungere un record SRV, segui questi passaggi.

Passaggio 1: trova la sezione Aggiungi una registrazione nell’editor della zona avanzata.

Passaggio 2: selezionare Record type SRV dal menu a discesa.

SVR Record

Passaggio 3: immettere il nome del servizio e il protocollo entrambi preceduti da un trattino basso (_) e separati da un punto (.).

Passaggio 4: fornire il valore TTL nella casella di testo TTL, a meno che non sia necessario utilizzare il valore TTL predefinito, ovvero 14400.

Passaggio 5: fornire la priorità del servizio, minore è il numero di priorità, maggiore è la priorità del servizio. 0 (zero) ha la priorità più alta.

Passaggio 6 – Immettere il peso del servizio, viene utilizzato dagli amministratori di zona per distribuire il carico su più destinazioni. 0 è il carico più basso.

Passaggio 7: immettere la porta su cui viene effettivamente offerto il servizio.

Passaggio 8: immettere il target, è il nome dell’host che riceverà questo servizio.

Passaggio 9: premere Aggiungi record per aggiungere questo record SRV alle voci DNS.

Aggiungi un record TXT

I record TXT possono contenere qualsiasi tipo di testo. Un nome di dominio può avere molti record TXT, i record TXT più comuni vengono utilizzati per definire SPF (Sender Policy Framework) o DKIM, utilizzato per l’autenticazione e-mail.

Per aggiungere un record TXT, segui questi passaggi.

Passaggio 1: trova la sezione Aggiungi una registrazione nell’editor della zona avanzata.

Passaggio 2: selezionare Record type TXT dal menu a discesa.

TXT record

Passaggio 3: immettere un nome valido della zona DNS nella casella di testo Nome.

Passaggio 4: fornire il valore TTL nella casella di testo TTL, a meno che non sia necessario utilizzare il valore TTL predefinito, che è 14400.

Passaggio 5: immettere i dati TXT, può essere qualsiasi tipo di testo o dati SPF o DKIM.

Passaggio 6: premere il pulsante Aggiungi record per aggiungere questo record TXT ai record DNS.

Modificare o eliminare un record DNS

Per modificare o eliminare un record DNS, è stato aggiunto in precedenza. Segui questi passaggi –

Passaggio 1: scorri verso il basso fino a Zone File Records in Advanced Zone Editor.

Zone File Record

Passaggio 2: trova il record di risorse DNS che desideri modificare o eliminare dall’elenco dei record.

Passaggio 3: per modificare una voce, fare clic su Modifica collegamento da azione, che corrisponde al record che si desidera modificare.

Edit Record

Passaggio 4: modificare il record in base alle proprie esigenze e fare clic sul pulsante Modifica record per salvare le modifiche.

Passaggio 5: per eliminare un record, fare clic sul collegamento Elimina corrispondente al record che si desidera eliminare.

Delete

Passaggio 6: verrà richiesta la conferma, premere il pulsante Elimina per eliminare il record.

cPanel – Account di posta elettronica

È possibile creare e gestire gli account di posta elettronica del proprio dominio tramite questa interfaccia. Puoi creare un indirizzo email, configurare il tuo client di posta, cambiare le tue password e accedere direttamente alla tua webmail.

Crea un indirizzo

e-mail Per creare un indirizzo e-mail per il tuo dominio, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Fai clic sul collegamento Account e-mail che si trova nella sezione E-mail della home page di cPanel.

Email Accounts

Passaggio 2: in Account di posta elettronica, troverai Aggiungi account di posta elettronica in alto.

Email

Passaggio 3: aggiungere il nome dell’e-mail che si desidera creare poiché sarà il testo che precede @.

Passaggio 4: scegliere una password complessa e fornire la quota della casella di posta. Definisce quanto spazio su disco può utilizzare questo account. Puoi fornire una quantità specifica di spazio in MB o puoi fornire una quota illimitata per questo.

Passaggio 5: fare clic su Crea account per creare un indirizzo e-mail associato al proprio dominio.

Gestire account di posta elettronica

È possibile gestire gli account di posta elettronica tramite questa interfaccia, è possibile modificare le password, modificare l’importo della quota o eliminare l’account di posta elettronica.

Per gestire i tuoi account e-mail, scorri verso il basso per visualizzare l’elenco degli account e-mail esistenti con il tuo dominio.

Manage Email Accounts

Modifica password

Per modificare la password dell’account di posta elettronica, fare clic sul collegamento Modifica password corrispondente al proprio indirizzo di posta elettronica.

Change Password Link

Immettere nuove password e salvare le modifiche premendo il pulsante Modifica password.

Modifica quota

Per modificare la quota di posta elettronica, fare clic sul collegamento Modifica quota corrispondente al proprio indirizzo di posta elettronica che si desidera gestire.

Change Quota

Immettere una quota limitata in megabyte o selezionare l’opzione illimitata. Premere il pulsante Modifica quota in modo da salvare le modifiche.

Configura client di posta

Per inviare e ricevere e-mail con il tuo dominio da qualsiasi client di posta elettronica desktop o mobile, ad esempio Windows Live Mail, Outlook o iOS di iPhone ecc. CPanel fornisce impostazioni preconfigurate per queste applicazioni. Devi solo scaricare le impostazioni ed eseguirlo, quindi configurerà automaticamente il client di posta elettronica. Potrebbe essere necessario inserire la password dell’account di posta elettronica. È inoltre possibile configurare manualmente i client di posta elettronica per l’invio e la ricezione di messaggi di posta elettronica per il proprio client di posta.

Per scaricare gli script di configurazione automatica o vedere le impostazioni manuali, fare clic sul collegamento Configura client di posta corrispondente al proprio account di posta elettronica.

Auto Configuration

Una volta aperta l’interfaccia, vedrai gli script di configurazione automatica.

Configuration Scripts

È possibile scaricare gli script di configurazione automatica per configurare l’interfaccia del client di posta. Basta scaricare le impostazioni appropriate ed eseguirlo.

Oppure, se desideri configurare manualmente il tuo client di posta, puoi scorrere verso il basso per visualizzare le Impostazioni manuali.

Manual Settings

Nota: sono disponibili quattro tipi di impostazioni: IMAP e POP3, sia su SSL / TLS che non SSL. L’utilizzo di SSL invia i messaggi con crittografia fornendo un ulteriore livello di sicurezza, ma non SSL. Si consiglia di utilizzare le impostazioni con SSL. Da IMAP o POP3, puoi scegliere chi vuoi. Entrambi funzioneranno perfettamente.

Elimina un account e-mail

Per eliminare un account e-mail, fai clic sul collegamento Elimina corrispondente al tuo account e-mail.

Chiederà conferma. Premi il pulsante Elimina per rimuovere il tuo account di posta elettronica.

cPanel – Email Forwarders

Puoi creare più account email nella tua email cPanel secondo le tue necessità. Quando il numero di account di posta elettronica aumenta, sarà necessario aprire ciascun account per visualizzare le email ricevute. Per risolvere questo problema, puoi inoltrare la copia di queste email di un account a un altro account, quindi ora dovrai aprire un solo account per visualizzare tutte le email. Puoi anche eliminare l’email o inviarla a un programma. Puoi anche inoltrare tutte le email dei tuoi domini a un altro dominio.

Ad esempio, hai diversi ID email come info@tutorialspoint.com admin@tutorialspoint.com o support@tutorialspoint.com Invece di aprire 3 caselle di posta per controllare le email, puoi inoltrare le ultime due a info@tutorialspoint.com. Ora dovrai solo accedere a info@tutorialspoint.com.

Creare un inoltro di posta

Sono disponibili due tipi di inoltro, il primo per inoltrare un account di posta elettronica a un altro. Il secondo è inoltrare tutte le email a un dominio.

Creare un inoltro di account e-mail

Passaggio 1 – Apri Forwarder e-mail facendo clic sul collegamento di Forwarder che si trova nella home page di cPanel.

Forwarder

Passaggio 2: nell’interfaccia del server di inoltro, troverai Crea un inoltro di account di posta elettronica.

Create Forwarder

Passaggio 3: premere il pulsante Aggiungi inoltro, ti porterà a un’interfaccia simile come questa.

Add Forwarder

Passaggio 4: immettere l’indirizzo dell’email che si desidera inoltrare. Non è necessario che l’email sia già stata creata. Se non crei un’e-mail e la inoltri da qualche parte, l’unica differenza sarà che le tue e-mail non verranno archiviate nella casella di posta dell’e-mail originale, perché quella casella di posta non esisterà.

Passaggio 5: inserisci la destinazione in cui desideri inoltrare la tua email.

  • Seleziona Inoltra a indirizzo-mail ee riempi la casella di testo con un’e-mail esistente, dove desideri ricevere le tue e-mail.
  • Seleziona Elimina e invia un errore al mittente. Se desideri eliminare il messaggio e fornire un messaggio di errore al mittente. Puoi anche personalizzare il messaggio di errore, inserire il messaggio nella casella di testo.

Nelle opzioni avanzate:

Advanced Options
  • selezionare Inoltra a un account di sistema, se si desidera che le e-mail vengano inviate a un account di sistema e fornire un nome per l’account di sistema.
  • Selezionare Collega a un programma, se si desidera che i messaggi di posta elettronica vengano inviati a un programma e immettere il nome del percorso del programma con l’estensione del file.
  • Seleziona Elimina e il sistema eliminerà semplicemente l’email e non farà nulla. Seleziona la tua scelta di conseguenza.

Passaggio 6: fare clic su Aggiungi forwarder per salvare le modifiche apportate.

Aggiungi server di inoltro di dominio

Puoi inoltrare tutte le email del tuo dominio a un altro dominio. Sul dominio, che riceverà le email, puoi cambiare l’indirizzo email predefinito di quel dominio in una singola email, che poi può ricevere tutte le email inviate dal tuo dominio di cui hai inoltrato le email.

Passaggio 1: fare clic sul Aggiungi server di inoltro di dominio pulsante, che si trova sotto Crea un inoltroposta elettronica didell’interfaccia di inoltro.

Create Email Account

Passaggio 2: in Aggiungi nuova interfaccia di dominio, seleziona il dominio che desideri inoltrare.

Add New Domian

Passaggio 3: nella casella di testo accanto al tuo dominio, inserisci il dominio su cui riceverai le email.

Passaggio 4: premere il pulsante Add Domain Forwarder per salvare le modifiche.

Eliminare un mittente di posta elettronica

Per eliminare un mittente di posta elettronica, fare clic sul collegamento Elimina corrispondente al mittente che si desidera eliminare.

Per ildell’account e-mail –

Email Forwader

server di inoltroPer i server di inoltro del dominio:

Forward Domain

chiederà l’autorizzazione prima di eliminare i mittenti, fare clic su Elimina inoltro per eliminare il mittente di posta.

cPanel – Webmail

Webmail è un client di posta elettronica basato sul Web, che ti consente di accedere alle tue email tramite qualsiasi browser o computer. Questo è molto utile quando non hai accesso al tuo computer su cui è impostata la tua posta elettronica, puoi accedere al tuo account da qualsiasi luogo per leggere le tue e-mail e rispondere rapidamente.

Apertura della tua webmail

Ci sono due opzioni attraverso le quali puoi accedere al tuo client webmail.

Tramite l’interfaccia cPanel

Segui questi passaggi per accedere al tuo client webmail –

Passaggio 1 – Accedi al tuo cPanel e fai clic su Account di posta elettronica che si trova nella sezione Email.

cPanel Interface

Passaggio 2: scorri verso il basso per trovare l’elenco degli account di posta elettronica.

cPanel Email Accounts

Passaggio 3: fare clic sul pulsante Altro nell’indirizzo di posta elettronica corrispondente a cui si desidera accedere alla webmail.

More Button

Passaggio 4: fare clic su Accedi alla webmail e il sistema ti accederà automaticamente alla webmail in una nuova scheda.

Webmail

Passaggio 5: scegli qualsiasi applicazione Webmail. Puoi anche impostare un’applicazione webmail predefinita, così ogni volta che accedi alla tua webmail, la tua webmail predefinita verrà caricata automaticamente.

Nota – Ho scelto horde per caricare la webmail

Horde

Accedi direttamente alla webmail

Per accedere direttamente alla webmail senza accedere a cPanel, puoi utilizzare i seguenti passaggi –

Passaggio 1 – Vai a https://your–domain.com:2096 o https: // webmail .your – domain.com tramite la barra degli indirizzi del browser.

Passaggio 2 – Apparirà la schermata di accesso alla Webmail, inserisci la tua email e la password del tuo account di posta elettronica.

Webmail Login

Passaggio 3: premere il pulsante Accedi per accedere al proprio client di posta elettronica basato sul Web, si otterrà la stessa interfaccia di cui sopra.

cPanel – MX Entry

Questa caratteristica di cPanel permette di instradare tutte le tue email a un server specifico. Le modifiche apportate qui si riflettono anche nelle voci DNS del dominio. Questa funzione è importante per creare un server di backup che il server di posta del tuo dominio riceva quando il server principale è inattivo. Puoi impostare le voci MX qui per indirizzare la tua posta ai server di posta di Google quando utilizzi Google Apps per gestire le tue email.

Usa questa interfaccia per gestire le tue voci MX e il routing della posta

Configurare il routing della posta elettronica

Per configurare il routing della posta per il tuo dominio, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri le voci MX di cPanel facendo clic su Voce MX dalla sezione Email dell’interfaccia cPanel.

cPanel MX

Passaggio 2: selezionare il dominio per il quale si desidera configurare il routing della posta.

MX Entry.jpg

Passaggio 3: quando si seleziona il dominio dal menu a discesa, verrà visualizzata l’impostazione Routing e-mail. L’impostazione attualmente applicata viene visualizzata in grassetto.

Email Routing

Passaggio 4: modifica l’impostazione corrente solo quando ne hai bisogno. Seleziona una di queste quattro opzioni in base alle tue necessità.

  • Rileva automaticamente la configurazione: consente al cPanel di rilevare automaticamente le migliori impostazioni in base alle priorità dei record MX.
  • Local Mail Exchanger: consente al tuo server di ricevere e-mail, anche se viene trovata una voce MX con priorità più alta. In questo caso, le e-mail vengono inviate a entrambi i domini.
  • Mail Exchanger di backup: in questo caso, il server funge da Mail Exchanger di backup e, se il tuo Mail Exchanger principale è offline, conserva le e-mail fino a quando il tuo server primario non torna online. È necessario disporre di una voce MX adeguata per il proprio programma di scambio di posta principale.
  • Remote Mail Exchanger: in questo caso, il tuo dominio non accetta messaggi di posta e li reindirizza al tuo server di posta principale.

Passaggio 5: fare clic su Modifica e la nuova impostazione verrà visualizzata in grassetto.

Aggiungi un record MX

Per aggiungere un record MX, segui questi passaggi –

Passaggio 1: scorri verso il basso fino alla pagina Add New Record on MX Entry.

Add New Record

Passaggio 2: immettere la priorità del record MX, abbassare il numero e aumentare la priorità. Zero ha la priorità più alta.

Passaggio 3: immettere il dominio di destinazione a cui si desidera reindirizzare le e-mail.

Passaggio 4: fare clic su Add New Record per aggiungere un nuovo record MX.

Modificare o rimuovere un record MX

Per modificare o rimuovere, fare clic sul collegamento Modifica o rimuovi in ​​Azioni corrispondente alla voce MX che si desidera modificare o eliminare.

MX Record

Quando farai clic su Modifica, ti chiederà la priorità e il dominio, cambia ciò che devi modificare e infine fai clic su Modifica per salvare le modifiche.

MX Edit

Quando fai clic su Rimuovi collegamento, ti verrà richiesta una conferma. Fare clic su Elimina per rimuovere la voce.

MX Delete

cPanel – Autoresponder

È possibile aggiungere o modificare Autoresponder per i propri account di posta tramite questa interfaccia. È possibile configurare un’e-mail per inviare una risposta automatica a tutte le e-mail che ricevi al tuo account e-mail. Puoi rispondere automaticamente per dire che hai ricevuto l’email e risponderai presto.

Se sei in vacanza, puoi configurare gli Autoresponder per rispondere che non sei disponibile in questo momento ecc. Puoi anche impostare una specifica durata di tempo in cui verrà inviata la risposta automatica.

Aggiungi un autorisponditore

Per aggiungere un autorisponditore, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri cPanel Autoresponder facendo clic sul collegamento Autoresponder che si trova nella sezione Email di cPanel Home.

cPanel Autoresponders

Passaggio 2: fare clic su Aggiungi risposta automatica in questa sezione. Ti porterà a Modifica / Aggiungi Autoresponder.

Autoresponders

Passaggio 3: scegliere il set di caratteri, si consiglia di lasciarlo così com’è, ovvero utf-8.

Modify Autoresponder

Passaggio 4: immettere il numero di ore di attesa tra le risposte allo stesso indirizzo e-mail, questo aiuta a prevenire l’invio della stessa e-mail allo stesso utente più volte.

Passaggio 5: immettere l’email e selezionare il dominio per il quale si desidera aggiungere un autorisponditore.

Passaggio 6: inserisci il nome del mittente dell’email in uscita, potrebbe essere il tuo nome o la tua azienda.

Email Sender

Passaggio 7: immettere l’oggetto dell’e-mail in uscita. Puoi mantenerlo uguale all’email in arrivo inserendo% subject% in Oggetto, puoi anche fornire il tuo oggetto personalizzato.

Passaggio 8: immettere il corpo dell’e-mail. Puoi usare% from%, che sarà il nome del mittente, se disponibile. Puoi usare% email% anche nel corpo, sarà l’indirizzo email del mittente.

Body Email

Passaggio 9: selezionare la Questo messaggio contiene HTML casella di controllo, se è presente HTML nel corpo dell’e-mail.

Passaggio 10: pianifica una data di inizio, una data di fine e un’ora per la tua email di risposta automatica. Puoi scegliere di iniziare immediatamente o in una data specifica in un momento specifico. Puoi scegliere questo autorisponditore per interrompere l’invio di e-mail in un giorno specifico, oppure puoi scegliere di non interrompere mai un autorisponditore. Puoi modificare questa configurazione in qualsiasi momento.

Create Modify

Passaggio 11: premere il pulsante Crea / Modifica per creare una risposta automatica.

Modifica o eliminazione della risposta automatica

Per modificare o eliminare una risposta automatica, trova la risposta automatica corrente scorrendo verso il basso nella sezione Autoresponder.

Current Autoresponder

Fai clic su Modifica corrispondente all’autoresponder da modificare e ti porterà alla stessa interfaccia, che abbiamo utilizzato durante la creazione dell’Autoresponder. È possibile utilizzare la stessa interfaccia per apportare la modifica.

Per eliminare una risposta automatica, fare clic su Elimina corrispondente a tale risposta automatica. Ti chiederà conferma, fai clic su Elimina per eliminare l’autorisponditore.

cPanel – Traccia la consegna

Questa interfaccia di cPanel viene utilizzata per vedere i rapporti di consegna delle email. Questa interfaccia può mostrare gli errori durante l’invio della tua email. Puoi anche vedere i punteggi di spam delle tue e-mail. Un punteggio di spam è fornito da Apache Spamassassin. Puoi anche controllare il percorso di consegna delle e-mail per identificare eventuali problemi nel tentativo di consegna.

Per tenere traccia della consegna di un’e-mail, apri cPanel Traccia consegna facendo clic sul collegamento Traccia consegna che si trova nella sezione E-mail di cPanel.

Email Delivery

Nell’interfaccia di consegna della traccia, vedrai una tabella di eventi di invio di email.

Track Delivery

Se desideri filtrare la tabella per una singola email del destinatario, puoi farlo inserendo l’email del destinatario in Email destinatario (opzionale), quindi fare clic sul pulsante Mostra tutto per mostrare l’email relativa a un destinatario specifico. Per visualizzare nuovamente tutte le e-mail, rimuovere l’e-mail dall’e-mail del destinatario e fare clic su Mostra tutto, mostrerà nuovamente tutti i record.

Esistono quattro tipi principali di filtri che puoi applicare a un elenco.

  • Mostra successo: mostrerà tutte le e-mail che sono state consegnate con successo alla destinazione.
  • Mostra differita: ti mostrerà tutte le e-mail con un avviso, che sono le e-mail differite del sistema.
  • Mostra errori: ti mostrerà le e-mail che non vengono consegnate alla destinazione. Mostrerà anche altri errori durante la trasmissione di e-mail.
  • Mostra in corso: mostra tutte le e-mail attualmente in trasmissione.

Puoi anche combinare questi filtri come e come sono richiesti.

La tabella seguente mostra le informazioni predefinite sui messaggi di posta elettronica -messaggi di posta

Sr.NoEmail e descrizioneelettronica
1EventoQuesta colonna mostra l’icona diriusciti, non riusciti o rinviati.
2MittenteMostra l’indirizzo e-mail del mittente dell’e-mail.
3voltainviatomostra la data e l’ora di invio e-mail.
4Punteggiospam Mostra il punteggio spam di Apache Spamassassin.
5DestinatarioMostra l’email del destinatario.
6RisultatoColonnaimportante: mostra l’errore riscontrato dal sistema durante l’invio dell’e-mail. Questo messaggio descrive i risultati di consegna
7AzioneUn’icona di informazioni, che facendo clic mostra i dettagli del rapporto.

Per visualizzare ulteriori informazioni su un rapporto di consegna di posta elettronica, fare clic sull’icona delle informazioni mostrata nella colonna delle azioni accanto al rapporto corrispondente.

Delivery Report

E vedrai i dettagli del record di consegna come mostrato di seguito.

Delivery Events

cPanel – Filtri

e-mail I filtri e-mail sono utili per creare regole per bloccare le e-mail indesiderate, in base a determinate regole scelte. È possibile specificare alcune regole come un messaggio contenente una parola specifica deve essere eliminato o passato a un programma specifico. Questi filtri funzionano successivamente, ad esempio se una posta passa attraverso un filtro, ma può essere bloccata da un altro filtro. Puoi anche specificare più regole in un filtro.

Esistono due tipi di filtri e-mail in cPanel: Filtro a livello utente e Filtro a livello di account.

Filtro a livello utente

Attraverso questo filtro a livello utente, è possibile creare filtri di posta elettronica, che verranno applicati ai messaggi di posta elettronica che verranno ricevuti da quell’indirizzo di posta elettronica.

Creare un filtro a livello utente

Per creare un filtro e-mail a livello utente, seguire questi passaggi –

Passaggio 1 – Aprire i filtri e-mail a livello utente facendo clic su Filtro e-mail che si trova nella sezione E-mail del cPanel.

User Level Filter

Passaggio 2: in Filtri e-mail, vedrai l’elenco delle e-mail associate al tuo dominio. Fare clic sul collegamento Gestisci filtro corrispondente alla tua e-mail su cui desideri creare un filtro.

Email Filters

Passaggio 3: fare clic sul pulsante Crea nuovo filtro per accedere a una nuova interfaccia di creazione del filtro.

Passaggio 4: fornire un nome per il filtro.

Create New Filter

Passaggio 5: selezionare le regole per filtrare il messaggio. Per aggiungere ulteriori regole, fare clic sul pulsante Aggiungi (+) sul lato destro, per rimuovere le regole fare clic su Sottrai (-). Scegli anche la regola “e” o “o”.

Passaggio 6: selezionare un’azione per un messaggio che passa alle regole di filtro. Per aggiungere ulteriori regole, fare clic sul pulsante Aggiungi (+) sul lato destro, per rimuovere le regole fare clic su Sottrai (-).

Passaggio 7: fare clic sul pulsante Crea per creare un filtro.

Modifica o eliminazione di un filtro a livello utente

Per modificare o eliminare un filtro a livello utente –

Passaggio 1 – Torna all’interfaccia del filtro di posta elettronica.

Passaggio 2: scegliere l’e-mail per cui si desidera modificare o eliminare il filtro dai filtri correnti.

Current Filters

Passaggio 3:

  • per modificare, fare clic su Modifica collegamento e verrai reindirizzato alla stessa interfaccia che abbiamo utilizzato per creare un filtro e-mail. Fare clic su Salva per salvare il filtro e-mail.
  • Per eliminare il filtro e-mail, fare clic sul collegamento Elimina e verrà richiesta la conferma. Fare clic su Elimina per eliminare un filtro e-mail.

Test di un filtro e-mail

Per testare il filtro, è possibile seguire questi passaggi:

Passaggio 1: tornare all’interfaccia dei filtri e-mail e fare clic sul collegamento Gestisci corrispondente all’indirizzo e-mail di cui si desidera testare il filtro.

Passaggio 2: scorri verso il basso per trovare Filter Test.

Passaggio 3: immettere l’email completa con intestazioni e oggetti nel campo di immissione del testo del filtro dell’email

Filter Test

Passaggio 4: premere Test Filter e il sistema genererà un rapporto completo di come i filtri risponderanno all’email che hai scritto.

Filtro a livello di account

L’unica differenza tra Filtro a livello utente e Filtro a livello di account (o Filtro e-mail globale) è che i filtri utilizzati in Filtro a livello di account filtreranno tutte le e-mail ricevute nel tuo dominio, indipendentemente dall’indirizzo e-mail del messaggio.

Per creare e gestire il filtro e-mail globale, fare clic su Filtro e-mail globale che si trova nella sezione E-mail di cPanel Home.

Manage Global Email

Il processo per creare, gestire e testare un filtro e-mail globale è lo stesso che abbiamo studiato sopra in Filtro a livello utente. L’unica differenza è che non troverai un elenco di email tra cui scegliere di gestire, ma otterrai un elenco di tutti i filtri email globali.

cPanel – Autenticazioni

Le autenticazioni e-mail-mail impediscono all’e-mail di entrare nella cartella spam dei destinatari. cPanel utilizza DKIM e SPF per ridurre la quantità di messaggi di spam. L’attivazione di queste funzionalità impedirà agli spammer di falsificare messaggi che affermano di provenire dal tuo dominio.

DKIM

Domain Key Identification Mechanism (DKIM) verifica le tue e-mail in arrivo per controllare se sono uguali a prima quando sono state inviate. Ciò significa che se vengono modificati durante il transito. Controlla anche se provengono dallo stesso indirizzo, chi dichiarano di essere. Questa funzione impedisce le email di spam in arrivo.

Quando DKIM è abilitato, il mittente firma l’e-mail con una firma digitale utilizzando una chiave privata. Quando l’e-mail si avvicina al destinatario, recupera la chiave pubblica del suo mittente e controlla se la firma corrisponde. Se la firma non è valida, il messaggio viene considerato come un messaggio di spam.

Abilitazione di DKIM

Per abilitare DKIM segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri l’autenticazione e-mail facendo clic su Autenticazione che si trova nella sezione Posta di cPanel Home.

Email Authentication

Passaggio 2: trova le impostazioni DKIM, se disabilitate, fare clic sul pulsante Abilita per abilitare DKIM.

DKIM

Disabilita DKIM

Per disabilitare DKIM segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri l’autenticazione e-mail facendo clic su Autenticazione che si trova nella sezione Posta di cPanel Home.

Passaggio 2: trova l’impostazione DKIM, se abilitata, quindi fai clic sul pulsante Disabilita per disabilitare DKIM.

cPanel DKIM

Nota: per abilitare DKIM, i server dei nomi devono puntare al tuo hosting. Si consiglia di utilizzare l’autenticazione DKIM nel proprio hosting.

SPF

Sender Policy Framework (SPF) aiuta a prevenire i messaggi in uscita agli spam. Questo aiuta a impedire agli spammer di creare un messaggio che sembra provenire dal tuo dominio. SPF utilizza record di risorse DNS di tipo TXT, che specificano gli host che inviano email tramite il tuo dominio.

Abilita SPF

Per abilitare SPF, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri l’autenticazione e-mail facendo clic su Autenticazione che si trova nella sezione Posta di cPanel Home.

Passaggio 2: trova l’impostazione SPF, se disabilitata, quindi fare clic sul pulsante Abilita per abilitare SPF.

SPF

Disabilita SPF

Per disabilitare SPF, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri l’autenticazione e-mail facendo clic su Autenticazione che si trova nella sezione Posta della home page di cPanel.

Passaggio 2: trova l’impostazione SPF, se abilitata, quindi fare clic sul pulsante Disabilita per disabilitare SPF.

SPF Disable

cPanel – Importatore di indirizzi

L’importatore di indirizzi cPanel può essere utilizzato per creare più indirizzi e-mail o spedizionieri nel tuo account. Ad esempio, hai 100 dipendenti nel tuo ufficio e desideri che ogni dipendente abbia un indirizzo e-mail, quindi se hai un elenco di indirizzi e-mail dei dipendenti, con due clic puoi creare tutti gli account e-mail necessari. L’importatore di indirizzi cPanel supporta due tipi di importazione dei dati, foglio di calcolo Excel (.xls) o foglio con valori separati da virgola (.csv). È inoltre possibile utilizzare questa interfaccia per importare l’elenco dei mittenti di posta elettronica.

Importazione di indirizzi e-mail

Per importare indirizzi e-mail, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri cPanel Address Importer facendo clic sul collegamento Address Importer che si trova nella sezione Email.

cPanel Address

Passaggio 2: selezionare l’opzione Indirizzo e-mail in Cosa si desidera importare.

Address Importer

Passaggio 3: sfoglia e seleziona il foglio di calcolo Excel o il file CSV. Se hai selezionato il file XLS, ti verrà chiesto di trattare la prima riga come intestazione di colonna, se sì, seleziona la casella di controllo. Se hai selezionato il file CSV, verrà richiesto il delimitatore. Nella maggior parte dei casi, è una virgola, scegli quella che hai e fai clic su Avanti.

Nota: di seguito è possibile vedere uno screenshot di esempio. Puoi creare un foglio di calcolo utilizzando Microsoft Excel e salvarlo utilizzando .xls o .csv nel menu Salva con nome.

ABCD
1Email o nomePasswordQuota
2hello@tutorialspoint.comXEsjhjhh1242300
3Liptan Biswas
4test@tutorialspoint.com
5

Passaggio 4 – Nel passaggio successivo, ti verrà chiesto di scegliere un’intestazione per ciascuna colonna, scegli una uno appropriato. Seleziona il dominio in cui desideri creare le email. Fare clic su Avanti.

Import Email

Passaggio 5: nel passaggio finale, ti mostrerà una revisione di ciò che verrà creato. Rivedi la tabella, fai uno screenshot o stampa la pagina, in modo da avere una copia delle password corrispondenti alle email.

Import Accounts

Nota: come puoi vedere sopra per la colonna email, per la quale non abbiamo fornito un’e-mail appropriata, cPanel ha generato automaticamente un’e-mail per quel nome. Nella colonna password, di cui non abbiamo fornito una password, cPanel le ha generate automaticamente. Mentre, nella colonna Quota, dove non abbiamo menzionato la Quota, cPanel ha fornito automaticamente una quota illimitata.

Passaggio 6: fare clic su Fine per importare gli indirizzi e-mail.

Importazione di mittenti di posta elettronica

Per importare mittenti di posta elettronica, seguire questi passaggi –

Passaggio 1 – Aprire importatore di indirizzi cPanel facendo clic sul collegamento Importatore di indirizzi che si trova nella sezione Email.

Passaggio 2: selezionare l’opzione Forwarders in Cosa desideri importare.

Passaggio 3: sfoglia e seleziona il foglio di calcolo Excel o il file CSV. Se hai selezionato il file XLS, ti verrà chiesto di trattare la prima riga come intestazione di colonna, se sì, seleziona la casella di controllo. Se hai selezionato il file CSV, verrà richiesto un delimitatore. Nella maggior parte dei casi, è Virgola, scegli quello che hai e fai clic su Avanti.

Nota: di seguito è possibile vedere uno screenshot di esempio. Puoi creare un foglio di calcolo utilizzando Microsoft Excel e salvarlo utilizzando .xls o .csv nel menu Salva con nome.

AB
1Inoltra daForward a
2hello@tutorialspoint.cominfo@tutorialspoint.com
3test2@tutorialspoint.cominfo@tutorialspoint.com
4test@tutorialspoint.cominfo@tutorialspoint.com
5

Passaggio 4 – Nel passaggio successivo, it ti chiederà di scegliere un’intestazione per ogni colonna. Seleziona la colonna di origine e di destinazione e fai clic su Avanti.

Passaggio 5: nel passaggio finale, ti mostrerà una revisione di quali spedizionieri verranno importati. Rivedi le impostazioni.

Passaggio 6: fare clic su Fine per importare i server di inoltro.

cPanel – Crittografia

cPanel supporta GnuPG o GNU Privacy Guard, che è un software open source per crittografare e decrittografare i messaggi utilizzando algoritmi crittografici. GnuPG utilizza un’infrastruttura a chiave pubblica e privata per implementare questa funzionalità.

Quando il mittente invia un messaggio, lo codifica con una chiave pubblica del destinatario. Il destinatario dopo aver ricevuto il messaggio, decrittografa il messaggio con la sua chiave privata, che è disponibile nel server. Questa funzione aiuta a inviare e-mail con informazioni sensibili, poiché senza una chiave privata è quasi impossibile decodificare il messaggio.

Creare una chiave GnuPG

Per creare una chiave GnuPG, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri cPanel Email Encryption facendo clic su Crittografia nella sezione Email del collegamento cPanel.

Key

Passaggio 2: nella creazione di un’interfaccia Nuova chiave, immettere il nome e l’e-mail.

Encryption

Passaggio 3: inserire un commento o un nickname; puoi usarlo per distinguere tra più chiavi.

Passaggio 4: immettere una password chiave complessa e impostare la data di scadenza. La data di scadenza può essere impostata come

  • y per anno, ad esempio 1y per 1 anno
  • w per settimane, ad esempio 2w per 2 settimane
  • d per giorni, ad esempio 4d per 4 giorni

Passaggio 5 – Selezionare la dimensione della chiave dal menu a discesa; chiavi di dimensioni maggiori sono più sicure.

Passaggio 6: fare clic su Genera chiave; ci vorranno alcuni minuti per generare la tua chiave.

Importare una chiave

Se hai già una coppia di chiavi nel tuo computer locale, puoi importarla nel tuo cPanel. Puoi importare solo la chiave pubblica.

Per importare una chiave GnuPG, segui questi passaggi:

Passaggio 1: scorri verso il basso per trovare la chiave di importazione nell’interfaccia di crittografia.

Import Key

Passaggio 2: fare clic sul pulsante Importa chiave. Verrai indirizzato a una nuova interfaccia.

Import Key Button

Passaggio 3: incolla la tua chiave pubblica nella casella di testo; assicurati che includa sia l’intestazione che il piè di pagina.

Passaggio 4: fare clic sul pulsante Importa per importare la chiave.

Elimina o visualizza la chiave

Passaggio 1: scorri verso il basso nell’interfaccia di crittografia per trovare l’elenco delle chiavi.

Public Keys

Passaggio 2: per visualizzare una chiave, fare clic su Visualizza corrispondente alla chiave che si desidera visualizzare.

Passaggio 3: per eliminare una chiave, fare clic su Elimina chiave GnuPG, verrà richiesta la conferma, fare clic su Sì per eliminare la chiave.

cPanel – Apache Spamassassin

Apache Spamassassin è un software integrato nel cPanel, che aiuta a prevenire la ricezione di messaggi di spam nella tua casella di posta. Aiuta a impedire che la tua casella di posta venga inondata di messaggi di spam. Quando Apache Spamassassin è abilitato, valuta ogni messaggio in base a un punteggio di spam. È possibile scegliere le e-mail di spam da eliminare automaticamente in base al punteggio di spam. Se scegli l’eliminazione automatica dello spam con un punteggio di spam pari a 5, tutte le e-mail con un punteggio di spam pari o superiore a 5 verranno eliminate automaticamente.

Abilitare o disabilitare Apache Spamassassin

Per abilitare Apache Spamassassin, utilizzare i seguenti passaggi –

Passaggio 1 – Fare clic sul collegamento Apache Spamassassin che si trova nella sezione E-mail di cPanel Home.

Spamassassin

Passaggio 2: se Apache Spamassassin è attualmente disabilitato, è possibile abilitarlo facendo clic su Abilita Apache Spamassassin. Se è già abilitato, puoi disabilitarlo facendo clic su Disabilita Apache Spamassassin.

Configurazione dell’eliminazione automatica dello spam

Per impostare l’automatica dello spam, seguire questi passaggi:

Passaggio 1: trovare le opzioni di filtro nell’interfaccia di Apache Spamassassin.

Passaggio 2: selezionare il punteggio di spam dall’elenco a discesa compreso tra 1 e 10. Il punteggio inferiore è più rigoroso, mentre il punteggio più alto è più permissivo. Ciò significa che il punteggio 1 filtrerà molte email ed eliminerà la maggior parte delle email che ricevi e il punteggio 10 consentirà a più email di passare attraverso il filtro.

Passaggio 3: fare clic su Elimina automaticamente lo spam per abilitare l’eliminazione automatica dello spam in base al punteggio scelto.

Per disabilitare l’eliminazione automatica dello spam, fare clic su Disabilita eliminazione automatica dello spam.

cPanel – Visitatori

Questa interfaccia di cPanel ti consente di visualizzare le statistiche e le analisi per i tuoi domini. Queste semplici funzionalità di metriche ti aiutano a farti un’idea delle tue prestazioni e ottimizzare la qualità dei tuoi siti web.

Passaggio 1: fare clic sull’icona Visitatori nella sezione Metriche della home page di cPanel. Vedrai l’elenco dei domini disponibili.

Passaggio 2: per i dettagli relativi a un determinato dominio, fare clic su Visualizza indicato subito dopo il nome del dominio.

Qui la tabella ottenuta è divisa in cinque colonne cioè IP (protocollo Internet), URL, Ora, Dimensioni, URL di riferimento.

IP (Internet Protocol) – L’indirizzo IP del computer della rete del visitatore.

URL: si riferisce all’URL completo del contenuto della pagina.

Timestamp: la data e l’ora in cui l’utente visita l’URL specifico.

Dimensione: i byte consumati dall’utente per caricare il contenuto dell’URL.

cPanel – Errori

Questa funzione mostrerà gli ultimi 300 errori per il tuo sito. Questo può essere molto utile per trovare collegamenti interrotti o problemi con file mancanti. Controllare frequentemente questo registro può aiutare a mantenere il tuo sito senza intoppi. Questo può aiutarti a eseguire il debug degli errori del tuo sito web.

Errors

Ti porterà alla seguente interfaccia.

cPanel Errors

Questo elenco degli errori verificatisi su questo dominio relativi a eventuali problemi. In questo caso non ci sono errori su questo dominio. Puoi controllare frequentemente questo registro degli errori per vedere se ci sono errori relativi al tuo sito web. Ti sarà utile individuare e risolvere gli errori.

cPanel – Larghezza di banda

Questa funzione ti permette di vedere l’utilizzo della larghezza di banda per il tuo sito. Mostra l’utilizzo della larghezza di banda del mese corrente, nonché l’utilizzo totale della larghezza di banda. Ciò includerà tutto l’utilizzo della larghezza di banda HTTP (web) e POP (posta) e potrebbe includere l’utilizzo della larghezza di banda FTP, se l’amministratore di sistema ha abilitato la registrazione della larghezza di banda FTP.

Bandwidth

Fai clic sull’icona Larghezza di banda e ti porterà a un’interfaccia. Qui, in questa interfaccia, viene fornito il trasferimento mensile della larghezza di banda e rappresentato sotto forma di grafici. Questo grafico è in grado di visualizzare la larghezza di banda consumata da HTTP, servizi FTP. Questo è disponibile in tre forme: ultime 24 ore, ultima settimana, ultimo anno.

cPanel Bandwidth

Inoltre, questa rappresentazione è sotto forma di grafici a torta su base mensile. Questi dati sono utili per avere un’idea del traffico in arrivo a quel dominio.

Pie Chart

cPanel – Webalizer

Webalizer è un complesso programma basato su statistiche, che produce una varietà di grafici e tabelle su chi ha visitato il tuo sito web. Questa è una sorta di analizzatore che mostra i dati sotto forma di grafici e grafici a torta.

Webalizer

Ecco un’interfaccia Webalizer dell’elenco dei domini –

cPanel Webalizer

Anche la rappresentazione è sotto forma di grafici a torta su base mensile. Questi dati sono utili per avere un’idea del traffico verso il dominio. I valori dei dati sono costituiti da visite, hit, file e pagine a cui gli utenti hanno avuto accesso.

Usage Statistics

cPanel – Raw Access

Raw Access Logs ti consente di vedere chi ha visitato il tuo sito web senza visualizzare grafici, grafici o altri elementi grafici. Puoi utilizzare il menu Raw Access Logs per scaricare una versione compressa del log di accesso del server per il tuo sito. Questo può essere molto utile quando vuoi vedere rapidamente chi ha visitato il tuo sito.

Raw Access

Ecco l’interfaccia Raw Access dell’elenco dei domini:

cPanel Configure Logs

qui avviene la gestione dei Raw Logs. I registri archiviati sono disponibili per il download. È inoltre possibile configurare per rimuovere o archiviare i log non elaborati per i domini.

cPanel – Utilizzo della CPU e della connessione

Per accedere alla CPU e all’utilizzo della connessione simultanea, fare clic su Utilizzo della CPU e della connessione simultanea nella sezione Metriche della home page di cPanel.

CPU and Concurrent

Questa è l’interfaccia della panoramica sull’utilizzo delle risorse: il

Resource Usage

modo in cui vengono utilizzate le risorse della memoria virtuale è rappresentato sotto forma di grafici e dati tabulari. L’utilizzo della CPU con l’utilizzo delle memorie. Il numero di processi in corso con i rispettivi valori di utilizzo, limite e dati di errore. L’utilizzo di input / output, i processori, la memoria fisica, la memoria virtuale, i processi e gli errori sono rappresentati secondo i loro limiti di utilizzo.

CPU Usage
Current Usage

cPanel – IP Blocker

cPanel IP blocker ti consente di bloccare il tuo sito web per un singolo indirizzo IP, nome di dominio o un intervallo di indirizzi IP. Tutti quegli utenti che tenteranno di accedere al tuo sito web da indirizzi IP bloccati non potranno accedere al tuo sito web. Puoi negare manualmente quegli indirizzi IP che stanno utilizzando la larghezza di banda del tuo sito web o stanno facendo attività dannose.

Negare l’accesso a un indirizzo IP o a un dominio

Per negare l’accesso a un indirizzo IP o un nome di dominio specifico, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri cPanel IP Blocker facendo clic sul collegamento IP Blocker che si trova nella sezione sicurezza di cPanel Home.

cPanel IP Blocker

Passaggio 2: in Aggiungi un IP o un intervallo, inserisci il tuo indirizzo IP o il nome di dominio o l’intervallo.

IP Blocker

L’indirizzo IP può essere inserito nei seguenti formati.

  • Indirizzo IP singolo, ad es. 192.168.0.1
  • Intervallo di indirizzi IP, ad es. 192.168.0.1–192.168.0.100 o 192.168.0.1–100
  • formato CIDR, ad es. 192.168.0.1/32 con caratteri
  • jolly, ad es. 192.168. *. *
  • Domain Name, google.com

Passaggio 3: premere il pulsante Aggiungi per bloccare quell’indirizzo IP o l’intervallo per accedere al tuo sito web.

Rimuovere un IP dall’elenco negato

È possibile consentire l’accesso a un indirizzo IP o intervallo negato, seguendo questi passaggi –

Passaggio 1 – Aprire cPanel IP Blocker facendo clic su IP Blocker Link che si trova nella sezione sicurezza di cPanel Home.

cPanel IP Blocker

Passaggio 2: scorrere verso il basso per trovare gli indirizzi IP attualmente bloccati. Trova l’indirizzo IP o l’intervallo che desideri rimuovere e fai clic sul link Elimina.

Currently Blocked IP

Passaggio 3: ti verrà richiesta la conferma, fai clic su Rimuovi IP. Rimuoverà l’IP dall’elenco bloccato e restituirà l’autorizzazione ad accedere al tuo sito.

cPanel – SSH / TLS

SSL (Socket Security Layer) o TLS (Transport Layer Security) è un meccanismo per crittografare i dati, che vengono trasferiti dal computer all’host o al server e viceversa.

Genera chiave privata

privata risiede sul tuo server e decrittografa i dati in arrivo provenienti dal dispositivo del visitatore. Senza chiave privata, il tuo server non sarà in grado di decodificare i dati inviati dall’utente. La chiave privata viene generata automaticamente durante la generazione di una CSR.

Per generare una chiave privata, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri cPanel SSL / TLS manager, facendo clic su SSL / TLS che si trova nella sezione sicurezza di cPanel.

SSL/TLS

Passaggio 2: in Chiavi private, fai clic su Genera, visualizza, carica o elimina le tue chiavi private.

cPanel SSL/TLS

Passaggio 3: è possibile utilizzare Genera una nuova interfaccia della chiave privata per generare una nuova chiave.

Generate Key

Passaggio 4: scegliere una dimensione della chiave dal menu a discesa. Fornisci una descrizione facoltativa, puoi lasciarla vuota.

Passaggio 5: fare clic sul pulsante Genera per generare una nuova chiave privata.

Carica una chiave privata

Per caricare una chiave privata sul tuo server, puoi utilizzare l’interfaccia sottostante per generare una nuova sezione della chiave, che è Carica una nuova chiave privata. Basta incollare la chiave esistente nella casella di testo e fornire una descrizione. Quindi fare clic su Salva per importare la chiave.

Upload New Key

Oppure, se hai una chiave privata esistente nel file “.key”, puoi anche importarla. Basta scorrere verso il basso per scegliere un file .key in Carica una nuova chiave privata. Cerca il file e selezionalo. Fare clic sul pulsante Carica per importare la chiave nel server.

Choose Key

Genera un CSR

CSR (Certificate Signing Request) è un certificato codificato, che le autorità CA richiedono quando acquistiamo un certificato SSL da loro. Per emettere un certificato SSL hanno bisogno di alcune informazioni aggiuntive, che forniamo nella CSR.

Per generare una CSR, segui questi passaggi di seguito.

Passaggio 1: fare clic sul collegamento SSL / TLS che si trova nella sezione Sicurezza del cPanel.

SSL/TLS

Passaggio 2: in Richiesta di firma del certificato (CSR), fare clic su Genera, visualizza o elimina le richieste di firma del certificato SSL.

Certificate Signing

Passaggio 3: nell’interfaccia della richiesta di firma del certificato SSL, scorrere verso il basso per visualizzare Genera una nuova richiesta di firma del certificato (CSR).

Generate New Signing

Passaggio 4: scegliere una chiave privata esistente dal menu a discesa Chiave. Puoi anche scegliere di generare una nuova chiave privata.

Passaggio 5: immettere i domini per i quali si desidera generare CSR. Puoi scegliere un dominio con caratteri jolly inserendo * come sottodominio. Ad esempio * .tutorialspoint.com.

Passaggio 6: fornire tutte le informazioni necessarie nei campi di testo come Città, Stato, Paese, Azienda ecc.

Passaggio 7: Fare clic su Genera pulsante per generare una CSR.

Carica un certificato SSL / TLS

Se hai ottenuto un certificato SSL / TLS da un fornitore di certificati attendibili, dovrai caricarlo sul tuo server per utilizzarlo sul tuo sito web.

Per generare Carica un certificato SSL / TLS, segui questi passaggi di seguito –

Passaggio 1 – Fai clic sul collegamento SSL / TLS che si trova nella sezione Sicurezza del cPanel.

Passaggio 2: in Certificati (CRT), fare clic su Genera, visualizza, carica o elimina i certificati SSL.

Passaggio 3: scorri verso il basso fino a Carica un nuovo certificato, incolla il tuo codice SSL / TLS nella casella di testo e fai clic su Salva certificato o Carica un file .crt, che verrà fornito dal provider di hosting e fai clic su Carica certificato.

Certificato

autofirmato Puoi anche utilizzare un certificato autofirmato anche sul tuo sito web, ma quando qualcuno aprirà il tuo sito web, verrà visualizzato un errore che indica che il certificato non appartiene a un fornitore di certificati attendibile. Si consiglia nell’ambiente di produzione di utilizzare un certificato SSL / TLS acquistato.

Per generare un certificato autofirmato, puoi seguire questi passaggi.

Passaggio 1: scorri verso il basso fino a Genera un nuovo certificato nella sezione Certificati.

Generate New Certificate

Passaggio 2: scegli una chiave privata esistente dal menu a discesa Chiave, puoi anche scegliere di generare una nuova chiave privata.

Passaggio 3: inserisci i domini per i quali desideri generare CSR, puoi scegliere un dominio jolly inserendo * come sottodominio. Ad esempio * .tutorialspoint.com.

Passaggio 4: fornire tutte le informazioni necessarie nei campi di testo come Città, Stato, Paese, Azienda, ecc.

Passaggio 5: Fare clic su Genera per generare un certificato.

Installazione di SSL

Per attivare il certificato SSL / TLS nel tuo dominio o sottodomini segui questi passaggi –

Se hai ottenuto un certificato SSL / TLS da un fornitore di certificati attendibili, per utilizzarlo sul tuo sito web, dovrai caricarlo sul tuo server.

Per generare Carica un certificato SSL / TLS, segui questi passaggi di seguito.

Passaggio 1: fare clic sul collegamento SSL / TLS che si trova nella sezione Sicurezza di cPanel.

Passaggio 2: in Certificati (CRT), fare clic su Installa e gestisci SSL per il tuo sito (HTTPS).

Install Manage

Passaggio 3: in questa interfaccia, puoi scegliere di installare SSL nel tuo sito web. Scorri verso il basso per installare un sito Web SSL.

Install SSL

Passaggio 4: scegliere un certificato dai certificati installati facendo clic su Sfoglia certificati. Allo stesso tempo, puoi anche selezionare un dominio dalla casella a discesa e fare clic su Compilazione automatica per dominio.

Passaggio 5: tutti i campi del bundle Certificati, Chiave privata e Autorità di certificazione verranno compilati automaticamente.

Passaggio 6: fare clic sul pulsante Installa certificato per attivare il certificato per il dominio o il sottodominio.

cPanel – Hotlink Protection

Hotlink Protection impedisce ad altri siti web di caricare direttamente i dati dal tuo sito web. Ad esempio, quando qualcuno collega un’immagine sul tuo sito web per caricarla sul suo sito web, quando un visitatore visita l’altro sito web, l’immagine viene caricata dal tuo sito web consumando la tua larghezza di banda. La protezione Hotlink consente la prevenzione contro questo. Se la protezione Hotlink è abilitata, altri siti web non saranno in grado di collegarsi direttamente a nessun file sul tuo sito web.

Per utilizzare questa funzione, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri cPanel Hotlink Protection facendo clic su Hotlink Protection che si trova nella sezione Sicurezza della home page di cPanel.

Hotlink

Passaggio 2: fare clic sul pulsante Abilita sull’interfaccia di protezione hotlink per abilitare la protezione hotlink.

Hotlink Protection

Configurare la Protezione Hotlink

È possibile configurare la Protezione Hotlink per dare accesso a quegli URL che desideri, questi URL possono collegarsi direttamente ai tuoi file. Inoltre, puoi fornire le estensioni di quei file che desideri proteggere tramite Hotlink Protection.

Per configurare Hotlink Protection, scorri verso il basso fino a Configura Hotlink Protection su Hotlink Protection Interface.

URL per consentire l’accesso: inserisci qui gli URL a cui desideri concedere l’autorizzazione per accedere direttamente ai file del tuo sito web.

Blocca l’accesso diretto per le seguenti estensioni (separate da virgole): inserisci qui le estensioni di file che non potranno essere collegate da altri siti web. Ad esempio MP4, JPG e PNG, ecc.

Consenti richieste dirette: consente all’utente di accedere direttamente ai file fornendo l’URL completo del file. Ad esempio, quando un visitatore immette l’URL completo di un file PDF, il file può essere visualizzato in un browser. Si consiglia di selezionare questa casella di controllo.

Reindirizza la richiesta al seguente URL: se un sito Web tenta di collegarsi a un file direttamente dal tuo sito Web, il sistema reindirizzerà tale URL a quello fornito in questo campo.

Configure Hotlink

Fare clic su Invia per aggiornare le modifiche apportate.

cPanel – Ruby on Rails

Questa interfaccia di cPanel ti permette di creare e installare un’applicazione Ruby on Rails. Se hai sviluppato un’applicazione Ruby on Rails, puoi distribuirla sul tuo server usando questa interfaccia.

Per creare un’applicazione Ruby on Rails, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Fai clic su Ruby on Rails nella sezione Software di cPanel Home.

Passaggio 2 – Nell’interfaccia Ruby on Rails, troverai Crea applicazione Ruby on Rails.

Passaggio 3: fornire il nome dell’applicazione in Nome app.

Passaggio 4: fornire un percorso per l’applicazione nella directory home.

Passaggio 5: scegliere l’ambiente appropriato per la propria applicazione. Seleziona Carica all’avvio, se desideri che la tua applicazione si avvii automaticamente, ogni volta che si avvia il server.

Passaggio 6: fare clic su Crea per creare una nuova applicazione Ruby on Rails.

Per eliminare un’applicazione Ruby on Rails, puoi scorrere l’elenco delle applicazioni Ruby on Rails attualmente disponibili.

Ruby Applications

Fare clic su Elimina collegamento dal pulsante Azione per eliminare l’applicazione. È inoltre possibile modificare le preferenze dell’applicazione da questa interfaccia.

Crea un’applicazione Rewrite

Ruby on Rails eseguita su una porta diversa piuttosto che sul traffico in entrata. Le persone accederanno al numero di porta 80 o 443, che è per http e https, e quindi dovrai reindirizzare le persone da quella porta su cui è in esecuzione l’applicazione Ruby on Rails. Per creare una riscrittura, scorri verso il basso sull’interfaccia Ruby on Rails per creare una riscrittura. Fare clic sul collegamento Crea riscrittura accanto al nome dell’app di cui si desidera creare la riscrittura.

Ti porterà alla seguente interfaccia.

Create URL

Scegli un dominio dal menu a discesa e, se lo desideri, puoi specificare un URL anche per quello nella casella di testo dell’URL.

Fare clic su Salva per creare una riscrittura.

cPanel – Ottimizza sito web

Questa interfaccia di cPanel ti aiuta ad abilitare la compressione gzip. Apache consente di comprimere i dati prima di inviarli al browser e quindi il browser web estrae i dati e visualizza la pagina web. Tutti i browser moderni supportano la compressione gzip. Questa compressione gzip necessita di Apache mod_deflate per funzionare attualmente, che è disponibile nella maggior parte dei server Linux installati da cPanel. Questa compressione è molto utile, perché aiuta a comprimere i dati, quindi la nostra larghezza di banda viene salvata, inoltre rende il caricamento del nostro sito Web molto più veloce.

È possibile comprimere tipi specifici di MIME (Multipurpose Internet Mail Extensions) oppure è possibile comprimere tutti i file utilizzando questa interfaccia.

Per abilitare la compressione gzip, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri l’interfaccia del sito web di cPanel Optimize facendo clic sul collegamento Ottimizza sito web nella sezione Software di cPanel.

Optimize Website

Passaggio 2: in Ottimizza sito web, vedrai Comprimi contenuto.

Puoi scegliere tra le seguenti:

  • opzioniscegli Disabilita per disabilitare la compressione gzip.
  • Scegli Comprimi tutto il contenuto per abilitare la compressione gzip per tutto il contenuto.
  • Scegli i tipi MIME specificati e fornisci i tipi MIME nella casella di testo. I tipi MIME sono simili ai tipi di file. Ha sia il tipo di file che le informazioni sul formato del file separate da una barra. Ad esempio text / javascript, text / css, image / jpg, image / png ecc.

Passaggio 3 – Fare clic su Aggiorna impostazioni per aggiornare le impostazioni.

cPanel – Cron Jobs

Se vuoi eseguire un comando o un programma php in un intervallo di tempo specificato come una volta al giorno o una volta alla settimana, puoi impostare i cron job in questa interfaccia. I lavori cron ti consentono di eseguire automaticamente un comando o un programma specifico. Questo è spesso richiesto, se stai utilizzando un software come CRM o software di fatturazione. L’impostazione di cron job più spesso può ridurre le prestazioni del server.

Imposta Cron Job

Per aggiungere un nuovo cron job, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri Cron Jobs facendo clic su Cron Jobs che si trova nella sezione Avanzate in cPanel.

Cron

Passaggio 2: scorri verso il basso per visualizzare l’interfaccia Aggiungi un nuovo Cron Job.

Cron Job

Passaggio 3: è possibile scegliere un’impostazione esistente dalle impostazioni comuni. Se lo fai, tutti i campi del tempo di esecuzione di cron verranno automaticamente riempiti. Oppure puoi scegliere le tue impostazioni di runtime personalizzate specificando di conseguenza negli input di testo successivi.

Passaggio 4: immettere il comando da eseguire in cron job. Se stai eseguendo un file php, inserisci il nome completo del file php. Ad esempio:

php /home/tutorialspoint/public_html/cron.php

Passaggio 5: fare clic sul pulsante Aggiungi nuovo cron job per aggiungere un cron job.

Cron Email

cPanel per impostazione predefinita invia un’e-mail ogni volta che viene eseguito un cron job. Reindirizza anche l’output del comando o del file nell’e-mail. L’email predefinita per questo è il tuo account di sistema, ma puoi cambiare anche questa email. Per modificare l’e-mail su cui desideri ricevere l’email cron, per prima cosa scopri l’interfaccia Email Cron in Cron Jobs. Quindi inserisci la tua nuova email in cui desideri ricevere le email di cron. Fai clic su Aggiorna e-mail per aggiornare la tua e-mail.

Cron Email

Se il tuo cron viene eseguito più frequentemente, potresti non voler ricevere e-mail, puoi disabilitare la ricezione di e-mail reindirizzando l’output su null scrivendo> / dev / null 2> & 1 alla fine del comando. Ad esempio:

php /home/tutorialspoint/public_html/cron.php> / dev / null 2> & 1

Modifica o elimina cronjob

elimina i cron job esistenti Per modificare o eliminare i cron job esistenti, puoi scorrere in basso sull’interfaccia Corn Jobs per vedere il cron corrente lavori. Dopo aver selezionato il lavoro, è possibile fare clic sul collegamento Elimina o sul collegamento Modifica per modificare o eliminare un determinato cron job.

Current Cron Jobs

cPanel – Traccia DNS

È possibile utilizzare questa interfaccia di cPanel per scoprire il DNS generale di un dominio. Ti darà l’indirizzo IP di quel dominio, server di posta e informazioni DNS non elaborate. Può essere utile per recuperare le informazioni di rete.

Domain Lookup

Questo strumento recupera l’indirizzo IP del dominio e visualizza gli host di posta elettronica utilizzati dal dominio. Visualizza anche i dati DNS grezzi del dominio.

Per cercare un dominio, utilizzare i seguenti passaggi –

Passaggio 1 – Apri cPanel Track DNS facendo clic sul collegamento Track DNS che si trova nella sezione Avanzate di cPanel.

Track

Passaggio 2: nell’interfaccia di ricerca del dominio, immettere il dominio che si desidera cercare.

Domain lookup

Passaggio 3: premere il pulsante Cerca per cercare un DNS di un dominio.

Otterrai le informazioni nel modo seguente.

La riga più in alto fornisce l’indirizzo IP del dominio. Le altre righe seguenti parlano dei server di posta. In Zone Information, vedrai le informazioni DNS non elaborate del dominio.

Trace Route

Un’altra funzione in cPanel Track DNS è il trace route. Questa funzione di Track DNS ti fornisce informazioni sul percorso tra il computer in cui l’utente ha effettuato l’accesso e il server su cui è ospitato il tuo sito web.

Trace Route

Per tracciare il percorso del computer e del server, scorrere verso il basso per visualizzare l’interfaccia Trace Route. Fare clic su Traccia per ottenere le informazioni sul percorso tra te e il tuo server web.

cPanel – Indici

Puoi personalizzare l’aspetto di una directory nel tuo sito web. Per impostazione predefinita, cPanel visualizza l’elenco di file e directory, se non è presente alcun file di indice in quella directory. Puoi scegliere il modo in cui visualizzare l’elenco dei contenuti nel front-end. Puoi anche scegliere di disabilitare l’indicizzazione dei file in quella directory scegliendo Nessuna indicizzazione.

Per gestire gli indici cPanel, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri Gestione indici cPanel facendo clic su Indici che si trova nella sezione Avanzate di cPanel Home.

Index

Passaggio 2: è possibile selezionare una directory di cui si desidera gestire gli indici facendo clic sul nome della directory. Per navigare all’interno delle directory, è possibile fare clic sull’icona della cartella corrispondente a quella directory per aprire la directory.

Indexes

Passaggio 3: una volta selezionata la directory, verranno fornite alcune opzioni per scegliere il modulo.

  • Indicizzazione predefinita del sistema: abilita l’impostazione predefinita della configurazione del provider di hosting per te.
  • Nessuna indicizzazione: questa opzione disabiliterà l’elenco delle directory e se non è presente alcun file indice come index.php o index.html nella directory. L’utente riceverà un errore.
  • Indicizzazione standard: questa opzione abiliterà l’elenco delle directory e l’utente vedrà il nome delle directory.
  • Indicizzazione fantasia: questa opzione abiliterà l’elenco delle directory e l’utente vedrà il nome e la descrizione dei file e delle directory nella directory indicizzata.
Set Indexing

Passaggio 4: fare clic su Salva per salvare la scelta per quella directory. In caso di successo, vedrai un messaggio di successo.

cPanel – Pagine di errore

Quando i visitatori navigano nel tuo sito web e si verificano problemi durante l’accesso, il tuo server web fornisce automaticamente una pagina di errore di base. Una pagina di errore di base mostrata dal server web Apache, quando si verifica un errore.

Una pagina di base contiene solo il codice e il messaggio di errore. Puoi personalizzare questa pagina di errore in base alla tua scelta. Ogni problema che il tuo server web incontra ha un codice di errore univoco; il tuo webserver visualizza l’errore di conseguenza.

Per modificare una pagina di errore, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri l’interfaccia delle pagine di errore di cPanel facendo clic sul collegamento Pagine di errore che si trova nella sezione avanzata della Home di cPanel.

Error Page

Passaggio 2: nell’interfaccia delle pagine di errore, selezionare il dominio o il sottodominio per cui si desidera configurare le pagine di errore dal menu a discesa.

Error Page Manage

Passaggio 3: selezionare il codice di errore di cui si desidera modificare la pagina di errore. È possibile scegliere dai codici di errore comuni oppure fare clic su Tutti i codici di errore HTTP per visualizzare l’elenco di tutti i codici di errore.

Forbidden

Passaggio 4 – Si aprirà un editor HTML in cui è possibile inserire il codice HTML per la pagina di errore selezionata. Puoi anche utilizzare tag predefiniti nel codice, fare clic sul tag per inserirlo nell’editor.

HTML Editor

Passaggio 5 – Al termine dell’inserimento del codice nell’editor, premere il pulsante Salva per salvare la pagina di errore. Ora ogni volta che il tuo visitatore riscontrerà l’errore, gli verrà mostrata la tua pagina di errore personalizzata.

cPanel – Tipi MIME I tipi

MIME (Multi-Purpose Internet Mail Extensions) indicano ai browser come gestire determinati tipi di file. Quando un file viene inviato a un browser del visitatore del tuo sito web, invia anche il tipo MIME di quel file con quello. Il tipo MIME indica al browser il tipo di file e come il file verrà servito all’utente. Ad esempio, se un file .js viene inviato al browser, viene inviato anche il tipo MIME application / JavaScript per indicare al browser che il file .js è un file JavaScript e il browser gestisce il file di conseguenza.

La maggior parte dei tipi MIME sono definiti in tipi MIME definiti dal sistema. Ma se hai un file con estensione personalizzata, puoi specificare il tipo MIME per quel file in questa interfaccia. Questo dirà al browser la tua estensione personalizzata e come gestire quel file.

Per aggiungere un tipo MIME personalizzato, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri i tipi MIME di cPanel facendo clic su Tipi MIME nella sezione avanzata di cPanel.

MIME Types

Passaggio 2: nell’interfaccia Crea un tipo MIME, immettere il tipo MIME.

Create MIME Type

Passaggio 3: immettere l’estensione per il file. Se hai più estensioni, puoi aggiungerle tutte contemporaneamente separandole con uno spazio.

Passaggio 4: fare clic sul pulsante Aggiungi per salvare il tipo MIME personalizzato.

Eliminare un tipo MIME

È possibile eliminare solo i tipi MIME definiti dall’utente. Poiché non è consentito eliminare i tipi MIME, che vengono definiti automaticamente dal sistema. Per eliminare un tipo MIME, scorri verso il basso fino a Tipi MIME definiti dall’utente e fai clic sul collegamento Elimina corrispondente al tipo MIME che desideri eliminare.

User MIME Type

Chiederà conferma; fare clic su Elimina tipo MIME per eliminare un tipo MIME definito dall’utente.

cPanel – Virus Scanner

Molti hosting web cPanel sono dotati di questa funzione di scansione antivirus ClamAV per proteggersi da potenziali minacce sul tuo server. Puoi eseguire la scansione su richiesta dei tuoi file per vedere se sono infetti da virus o meno. ClamAV è un potente antivirus open source, utilizza il suo ampio database per rilevare diversi tipi di potenziali minacce come virus, cavalli di Troia, malware, script dannosi ecc.

Puoi scansionare diversi settori della tua home directory utilizzando l’antivirus. Per eseguire la scansione del tuo account con uno scanner antivirus, segui i passaggi seguenti.

Passaggio 1 – Apri cPanel Virus Scanner facendo clic sul collegamento Virus Scanner nella sezione Avanzate della home page di cPanel.

Virus Scanner

Passaggio 2: puoi scegliere il tipo di scansione da qui.

Virus New Scan
  • Scansiona l’intera home directory: questa opzione eseguirà la scansione dell’intero account cPanel. Se scegli questa opzione, non è necessario eseguire la scansione su altre opzioni. Questo eseguirà la scansione della directory home, che contiene le e-mail, gli account FTP e il sito web.
  • Scansiona posta: questa opzione eseguirà la scansione dei tuoi messaggi di posta elettronica alla ricerca di virus. Se qualcuno invia un’e-mail dannosa contenente virus o malware, questo scanner antivirus te lo dirà.
  • Scansiona spazio FTP pubblico: questa opzione esegue la scansione della cartella public_ftp. Se qualcuno ha caricato un file dannoso tramite FTP, lo scanner antivirus lo troverà.
  • Scansiona spazio web pubblico: questa opzione eseguirà la scansione del tuo public_html in cui risiedono tutti i tuoi file front-end.

Passaggio 3: fare clic sul pulsante Scansiona ora per avviare la scansione e mostrerà automaticamente i risultati.

Se lo scanner antivirus rileva software dannoso, offrirà opzioni per correggere l’errore. Puoi scegliere l’opzione di conseguenza.

cPanel – Softaculous Apps Installer

Softaculous Apps Installer è un programma di installazione di script automatico, che installa le più popolari applicazioni PHP, JavaScript, Perl in pochi clic. Quando si utilizza Softaculous Apps Installer, non sarà necessario installare manualmente le applicazioni caricando prima i file, quindi creando il database e infine installandoli. Ma puoi installarli in pochi clic.

Per accedere a Softaculous Apps Installer, puoi trovare il collegamento Softaculous Apps Installer nella sezione Software della cPanel Home.

Softaculous Apps

Puoi anche trovare una sezione dedicata di Softaculous Apps Installer nella home di cPanel, che mostra le applicazioni più popolari e la categoria delle applicazioni nel pannello frontale.

Softaculous

È possibile installare le applicazioni, modificare l’installazione e creare nonché gestire i backup.

Quando farai clic su Softaculous Apps Installer nella sezione Software, ti porterà all’interfaccia del programma di installazione dell’app come mostrato di seguito.

Installa l’applicazione utilizzando il programma di installazione di Softaculous Apps

Per installare un’applicazione dal programma di installazione di Softaculous Apps cerca dalla casella di ricerca a sinistra o fai clic su una delle categorie. Quindi puoi selezionare l’applicazione che desideri installare.

Application Softaculous

Fai clic su Installa e segui le istruzioni che seguono per installare l’applicazione direttamente nel tuo sito web.

Crea backup di qualsiasi applicazione

Puoi creare facilmente un backup della tua applicazione utilizzando il programma di installazione di Softaculous Apps per ripristinarlo successivamente nel tuo account. Per creare il backup della tua applicazione, dovrai andare alla sezione elenco di tutte le installazioni del tuo programma di installazione di Softaculous Apps. Fare clic sull’icona nella parte superiore della barra di navigazione per aprire Tutte le installazioni.

Create Backup

In Tutte le installazioni, troverai l’elenco di tutte le applicazioni, che vengono installate dal programma di installazione di Softaculous Apps.

Script Installation

Fare clic sull’icona Backup per creare un backup automatico dell’intera installazione dell’applicazione. Questo backup includerà tutti i file, il database e la configurazione dell’applicazione. Puoi sempre ripristinare l’applicazione accedendo all’interfaccia Backup e ripristino del programma di installazione di Softaculous Apps, che può essere aperto facendo clic sull’icona Backup e ripristino dal menu di navigazione in alto.

Backup Restore

cPanel – Installazione di WordPress

Puoi installare direttamente WordPress nel tuo sito web facendo pochi clic tramite il Softaculous Apps Installer. WordPress è un software di gestione dei contenuti molto popolare poiché più di un milione di siti Web sono alimentati da esso. È sicuro, affidabile, facile da usare e totalmente personalizzabile. Per installare WordPress utilizzando Softaculous Apps Installer, segui questi passaggi.

Passaggio 1: nel menu a sinistra fai clic su Blog e troverai WordPress. Fare clic su di esso e seguire le istruzioni.

Blogs

Passaggio 2: ti porterà alla panoramica di WordPress. Fai clic su Installa e ti porterà all’interfaccia del programma di installazione.

Passaggio 3: ti verranno richieste alcune configurazioni, spiegate di seguito.

WordPress
  • Scegli protocollo: scegli il protocollo del tuo sito Web WordPress. Puoi utilizzare http o https con o senza www. Se scegli https, è necessario installare un certificato SSL nel tuo sito web. È possibile modificare questa impostazione in un secondo momento nelle impostazioni di WordPress, se necessario.
  • Scegli dominio: puoi installare il tuo WordPress nel dominio principale o in qualsiasi sottodominio creato, scegli dal menu a discesa.
  • Nella directory: scegli la cartella in cui desideri installare WordPress. Se desideri eseguire l’installazione nel tuo sito Web principale, rendi vuoto questo campo.
Site Settings
  • Nome sito – Assegna un nome al tuo sito web in questo campo.
  • Descrizione del sito: fornisci una breve descrizione del tuo sito web.
  • Abilita multisito: se selezionato, installerà un’installazione di rete WordPress.
Network Installation
  • Nome utente / password amministratore: inserisci il nome utente e la password dell’amministratore, ti serviranno per accedere in seguito al pannello di amministrazione.
  • Admin Ema – Inserisci l’indirizzo email su cui desideri ricevere la notifica importante del tuo WordPress.
Choose Language
  • Seleziona lingua: scegli una lingua per iinstallazione di WordPress
Select Plugins

plug-in di: puoi scegliere di installare questiterze plug-in diparti, questo è facoltativo.

Database Name
  • Nome database: puoi specificare un nome database personalizzato per il tuo database WordPress oppure puoi lasciare questa impostazione così com’è.
  • Prefisso tabella: se si intende utilizzare lo stesso database per più di un’installazione, è possibile specificare qui il prefisso tabella. Tutte le tabelle che verranno create avranno questo prefisso prima di loro.
  • Disabilita notifiche di aggiornamento: puoi scegliere di non ricevere la notifica di aggiornamento sull’e-mail dell’amministratore selezionando questa casella di controllo.
  • Opzioni di aggiornamento: puoi scegliere di aggiornare automaticamente il tuo CMS WordPress, il tema installato o i plugin installati. Seleziona le opzioni appropriate.
  • Backup automatici: puoi scegliere di creare un backup del tuo WordPress automaticamente utilizzando Softaculous Apps Installer, se selezionato puoi scegliere una rotazione di backup per il tuo sistema.
Theme
  • Seleziona tema: se selezioni un tema qui, il programma di installazione di Softaculous Apps eseguirà un’installazione automatica di quel tema. Se non scegli alcun tema, verrà eseguita un’installazione pulita di WordPress.

Passaggio 4: fare clic su Installa per installare il CMS WordPress sul proprio sito Web. In caso di successo, ti verranno forniti i link alla tua installazione e al pannello di amministrazione.

WordPress installato su cpanel

cPanel – FileZilla FTP Client

FileZilla è un client FTP open source, è disponibile su più piattaforme come Linux e Windows. Questo client supporta anche FTP su connessioni protette che sono SFTP e FTPS. Puoi utilizzare questo software per caricare e gestire i tuoi file nel tuo server web. Quando desideri caricare il tuo sito web e il numero di file è maggiore o le dimensioni dei file sono molto grandi. Quindi puoi utilizzare il caricamento FTP, perché caricare un file di dimensioni molto grandi tramite cPanel File Manager può causare un errore durante il caricamento.

La maggior parte degli account cPanel viene fornita con un account FTP di sistema, attraverso il quale puoi accedere e gestire tutti i file nella tua home directory. Le password dell’account di sistema per cPanel e FTP sono le stesse nella maggior parte dei casi.

Per utilizzare il client FTP FileZilla, per gestire e caricare il sito Web, seguire questi passaggi –

Passaggio 1 – Scaricare e installare il client FTP FileZilla dal sito Web FileZilla. Il processo di installazione di questo software è lo stesso degli altri software.

https://filezilla–project.org/download.php

Passaggio 2 – Dopo l’installazione, apri il client FTP FileZilla. Nella barra di connessione rapida, troverai la casella di testo per fornire il nome host. Inserisci il tuo nome host ftp, che può essere l’indirizzo IP del tuo server o ftp. <Tuo_dominio.com>.

Passaggio 3: immettere il nome utente e la password per il proprio account ftp.

Passaggio 4: immettere la porta su cui si desidera connettersi al server FTP. Nella maggior parte dei casi, è 21, ma se lasci questo campo vuoto, FileZilla troverà automaticamente la porta appropriata per connettersi.

Quickconnect

Passaggio 5: fare clic su Connessione rapida per connettersi al server FTP.

Passaggio 6: dopo una connessione riuscita, è possibile spostare o copiare i file dal riquadro a sinistra (che sono le directory del computer locale) al riquadro a destra (che sono le directory ei file del server remoto). È possibile trascinare e rilasciare i file dal riquadro sinistro a quello destro o viceversa.

Passaggio 7: è possibile visualizzare lo stato dello spostamento o della copia nel riquadro, che si trova nella parte inferiore dell’interfaccia.

cPanel – CloudFlare

CloudFlare è un CDN (Content Delivery Network) con piani sia gratuiti che a pagamento. La maggior parte dell’hosting cPanel viene fornita con il plug-in cPanel CloudFlare, che ti aiuta a registrarti rapidamente a CloudFlare e utilizzare il loro CDN. L’utilizzo di CloudFlare ha molti vantaggi in quanto distribuisce il contenuto su Internet rendendo il caricamento del nostro sito Web più veloce. Protegge il sito Web da SQL injection e DDOS e crittografa il sito Web utilizzando SSL.

Per utilizzare CloudFlare CDN, segui questi passaggi –

Passaggio 1 – Apri l’interfaccia di CloudFlare facendo clic su CloudFlare che si trova nella home cPanel nella sezione CloudFlare – Sovralimenta il tuo sito web.

CloudFlare

Passaggio 2 – Nell’interfaccia CloudFlare in Registrazione / Accedi, inserisci il tuo indirizzo e-mail e fai clic su Registrati ora. Se hai un account esistente con CloudFlare, ti chiederà di accedere, altrimenti ti registrerà.

Signup Now

Passaggio 3 – Una volta effettuato l’accesso, puoi vedere lo stato del tuo dominio nella sezione panoramica dell’interfaccia di CloudFlare. Dovrai cambiare i tuoi attuali server dei nomi con quelli forniti da CloudFlare per usarli con il tuo sito web. Se non ti piacciono i servizi di CloudFlare, puoi riportare i server dei nomi del tuo dominio ai valori predefiniti.

Nameservers

Passaggio 4: dopo aver aggiornato i server dei nomi, è possibile utilizzare CloudFlare CDN. Puoi anche visualizzare e configurare il tuo sito web per CloudFlare sul loro sito web.

Se il tuo serer hosting ha anche LiteSpeed ho una guida per ottimzzare CloudFlare e Litespeed insieme

C’è veramente molto! Ti serve un professionista? Contattami!