LiteSpeed e CloudFlare: Impostazioni ottimali per WordPress

Tecnico Assistenza litespeed web server cloudflare

LiteSpeed e CloudFlare: Impostazioni ottimali per WordPress

LiteSpeed e CloudFlare: Impostazioni ottimali per WordPress 200 200 Leonardo

Le migliori impostazioni LiteSpeed e Cloudflare per WordPress

Tecnico Assistenza litespeed web server cloudflare

Un plug-in per la cache è necessario per ogni sito Web WordPress. Aiuta a velocizzare i tempi di caricamento della pagina permettendo una consegna più rapida dei contenuti. E se stai ospitando il tuo sito su un server Web LiteSpeed, LiteSpeed ​​Cache è l’opzione migliore.

La cache LiteSpeed ​​(LSCache) è stata creata appositamente per l’uso con i server Web LiteSpeed. Ci sono funzioni esclusive disponibili solo quando si utilizza LiteSpeed ed altre usabili in generale.

L’installazione è semplice e c’è anche un’opzione per integrare direttamente Cloudflare CDN per ancora più velocità. Molte configurazioni predefinite di LSCache sono pronte all’uso, ma è possibile ottimizzare ulteriormente con alcune modifiche mirate.

GUIDA ALL’INSTALLAZIONE DI CACHE LITESPEED CON CDN

Cosa sarai in grado di fare:

  1. Installare LiteSpeed ​​Cache & Cloudflare
  2. Installare LSCache Opzioni di base
  3. Configurare le impostazioni avanzate LSCache
    • Minifiy e Prefetch DNS
    • Lazy Load Immagini con Smooth Fade-In
    • Integrare Cloudflare CDN con una chiave API
  4. Attivare le Impostazioni di velocizzazione in Cloudflare
  5. Comprendere e generare tutta la cache

LSCache è gratuito. Tuttavia, la funzione di memorizzazione nella cache non funziona su Apache o Nginx: un server Web LightSpeed ​​è un requisito. Per liberare tutto il suo potenziale, devi ospitare il tuo sito con un host web usando LiteSpeed.

La scelta della mia fornitura hosting è la migliore opzione se si desidera utilizzare LSCache e le competenze che ho: il business è focalizzato sulla velocità.

Se il tuo sito non è in esecuzione su un server Web LiteSpeed, WP Fastest Cache è un buon plug-in per la memorizzazione nella cache freemium mentre WP Rocket è la migliore opzione premium insieme ad altri.

CARATTERISTICHE CACHE LITESPEED

Ecco un elenco di funzionalità generali ed esclusive di LiteSpeed ​​Cache. Le funzionalità generali funzioneranno con qualsiasi server Web mentre per le opzioni esclusive è richiesto un server Web LiteSpeed.

CARATTERISTICHE GENERALI

Esistono molte funzioni generali che funzionano ancora per ridurre le richieste HTTP anche se non si utilizza un server Web LiteSpeed. Eccone alcuni notevoli; alcuni che potrebbero non essere inclusi con altri plugin di cache gratuiti.

  • QUIC.cloud CDN CacheCache
  • oggetti e browser
  • Ottimizzazione delle immagini (Lossless e Lossy)
  • Combina CSS / JS e minimizza CSS, JS, HTML
  • Genera automaticamente CSS critici
  • Lazyload immagini e iframe
  • Supporto CDN incluso API Cloudflare
  • Caricamento asincrono CSS / JS
  • Cleaner database e ottimizzatore
  • Page Speed punteggio ottimizzazione
  • codice operativo di cache
  • CSS HTTP / 2 push
  • DNS Prefetch
  • supporto Multi Site
  • supporto WebP formato immagine

LITESPEED WEB SERVER CARATTERISTICHE ESCLUSIVE

Queste funzioni sono disponibili solo quando si utilizza LiteSpeed la cache plugin su un Server web LiteSpeed. C’è di più in questo elenco che può essere trovato sulla loro pagina ufficiale dei plugin.

  • Auto caching delle pagine
  • Evento guidato auto spurgo delle pagine
  • pagine private cache per gli utenti registrati
  • chiamate API WordPress REST caching
  • caching separata vista desktop e mobile
  • la pianificazione di spurgo per URL specifici
  • Supporto WooCommerce e bbPress
  • Escludi le pagine dalla cache
  • Cache crawler
  • Supporto HTTP / 2 e QUIC
  • Supporto ESI

LITESPEED VS NGINX VS APACHE BENCHMARKS

LiteSpeed ​​con LSCache è migliore nella gestione delle richieste al secondo rispetto a Nginx con FastCGI Cache e Apache con W3 Total Cache. In effetti, è più di 10 volte migliore nella gestione delle richieste al secondo rispetto ad Apache.

litespeed vs nginx vs apachefonte: openlitespeed

LSCache è il miglior plugin di memorizzazione nella cache quando lo si utilizza con un server Web LiteSpeed. Se accoppiati insieme, le prestazioni superano quelle dei plug-in cache a pagamento come WP Rocket.

caching plugin comparisonfonte: wordpress.org

L’uso della cache LiteSpeed ​​su un server Web LiteSpeed ​​con le impostazioni di velocità di Cloudflare è una buona formula per velocità ed efficienza. Inizia a usare LSCache con il piano gratuito di LiteSpeed.

Con i miei fornitori ottieni un server LiteSpeed gratuitamente. Aruba non li ha, così come la maggior parte dei fornitori hosting

PASSAGGIO 1 – INSTALLAZIONE DI LITESPEED CACHE & CLOUDFLARE

Installare il plug-in LiteSpeed ​​Cache è facile e individuarlo dal marketplace dei plug-in e fare clic su Installa ora e Attiva.

Installazione Plugin LiteSpeed Cache WordPress Plugin

Dopo aver installato il plug-in, per farlo funzionare senza interferire con altre opzioni, vai su:

  • Impostazioni >> Scheda Generale >> Attiva / Disattiva Abilita cache LiteSpeed ​​per abilitare
  • Naviga per Gestire >> fai clic su Elimina tutto

Installare Cloudflare è altrettanto semplice. Il collegamento del tuo account Cloudflare può essere effettuato direttamente dal cPanel del tuo host web. Cerca Cloudflare.

Cloudflare cpanel

Crea un nuovo account o accedi al tuo account esistente se ne hai già uno.

create or login to cloudflare account from cpanel

Su webserver gestiti con cpanel o plesk puoi avere opzioni per l’installazione parziale (CNAME) o per l’impostazione della DNS zona completa.

Scegliere l’installazione CNAME significa che continueresti a utilizzare il DNS del tuo provider e un’impostazione Full Zone significa che utilizzerai il DNS di Cloudflare. L’opzione di configurazione CNAME è disponibile solo con il piano aziendale di Cloudflare o tramite un host partner.

Una volta attivato l’account, individua il DNS (Domain Name Server) di Cloudflare e modifica il DNS nel tuo account di hosting in DNS di Cloudflare se hai scelto la configurazione completa. Non dovrai cambiare il DNS del tuo host web in DNS di Cloudflare con una configurazione parziale CNAME.

PASSAGGIO 2 – IMPOSTAZIONI DI BASE DI CACHE LITESPEED

Con LiteSpeed ​​Cache installato, iniziamo con le impostazioni di base nelle schede 1 – 4. Qui non c’è troppo da regolare, quindi è abbastanza semplice. La parte più importante è semplicemente accendere l’interruttore.

[1] – GENERALE

  • Abilita cache LiteSpeed ​​- ABILITA
  • TTL cache pubblica predefinita – Lascia come predefinito, 604800.
  • TTL cache privata predefinita – Lascia come predefinito, 1800.
  • TTL pagina frontale predefinita – Lascia come predefinito, 604800.
  • Feed predefinito TTL – Lascia come predefinito, 0.
  • Default 404 Pagina TTL – Lascia come predefinito, 3600.
  • Default 403 Pagina TTL – Lascia come predefinito, 3600.
  • Default 500 Pagina TTL – Lascia come predefinito, 3600.
  • Aggiorna automaticamente – ON o OFF. Preferisco aggiornare manualmente tutti i plugin. Questa funzione di aggiornamento automatico funziona solo se WP-Cron è abilitato (WP-Cron è abilitato in WordPress per impostazione predefinita).
LSCache General Settings

[2] – CACHE

  • Utenti con accesso cache – OFF. Accenderlo creerà una pagina in cache separata per ogni utente collegato.
  • Commentatori cache – ATTIVATO.
  • API REST cache – ON.
  • Pagina di accesso alla cache – ON.
  • Cache favicon.ico – ON.
  • Risorse PHP nella cache – ON.
  • Cache Mobile – OFF.  Applicabile solo per le pagine AMP. Lascia OFF per i siti responsive mobili.
  • Elenco degli agenti degli utenti mobili – Lascia come predefinito.
  • URI privati ​​nella cache: utili quando non si desidera che un URI venga memorizzato nella cache pubblicamente.
  • Elimina stringa di query: può essere utile quando una stringa di query non modifica il contenuto di una pagina.
Impostazioni cache Litespeed LSCache Cache Settings

[3] – Purge/Spurgo LiteSpeed Plugin

  • Elimina tutto all’aggiornamento – ATTIVO.
  • Regole di eliminazione automatica per pubblicazione / aggiornamento: lasciare come impostazione predefinita. Scegli Tutte le pagine se hai dei widget nei post del tuo blog.
  • URL di eliminazione pianificati: per la pianificazione del tempo specifico di eliminazione degli URL.
  • Tempo di eliminazione pianificato: specificare l’orario per la pianificazione dell’eliminazione dell’URL sopra.
LSCache purge settings

[4] – ESCLUSIONI

  • Forza URI cache – Utilizzato per forzare la cache delle pagine indipendentemente dalle impostazioni della non cache.
  • Non memorizzare nella cache URI: utilizzato per impedire la memorizzazione nella cache di pagine specifiche.
  • Non memorizzare nella cache stringhe di query: utilizzate per impedire la memorizzazione nella cache di determinate stringhe di query.
  • Categorie non memorizzate nella cache: utilizzate per impedire la memorizzazione nella cache di categorie specifiche.
  • Non memorizzare nella cache tag: utilizzato per impedire la memorizzazione nella cache di tag specifici.
  • Non memorizzare nella cache i cookie: utilizzati per impedire la memorizzazione nella cache di cookie specifici.
  • Non memorizzare nella cache agenti utente: utilizzato per impedire la memorizzazione nella cache di determinati agenti utenti.
  • Non ruoli nella cache: utilizzato per impedire la memorizzazione nella cache di determinati ruoli utente.
LSCache Exclude Settings

PASSAGGIO 3 – CACHE LITESPEED IMPOSTAZIONI AVANZATE

Passando alle impostazioni avanzate, qui hai più opzioni con cui lavorare. Alcune impostazioni potrebbero essere più adatte ad alcune e non ad altre, in particolare le schede 5 – 6. Queste personalizzazioni sono state impostate tenendo conto dell’integrazione con Cloudflare, quindi se non utilizzerai Cloudflare, le impostazioni possono essere diverse.

[5] – OTTIMIZZA

  • CSS Minify – ON. Scegli OFF se già abilitato con Cloudflare ma LSCache sembra fare un lavoro migliore nel rimuovere gli spazi bianchi.
  • CSS Combine – OFF. L’attivazione di ON può rendere il caricamento dei CSS non agevole.
  • Push HTTP / 2 CSS – OFF. Invia CSS al browser prima che venga effettuata la richiesta ma questa opzione ha interrotto il mio CSS.
  • JS Minify – OFF. Si consiglia di minimizzare JS da Cloudflare. La minimizzazione di JS da un plug-in di cache può interferire con il caricatore di razzi di Cloudflare.
  • JS Combine – ON. Spegnere se si rompe funzioni nel tuo sito dopo l’abilitazione.
  • Push HTTP / 2 JS – ON. Invia JS al browser prima che venga effettuata la richiesta. HTTP / 2 è necessario per funzionare.
  • CSS / JS Cache TTL – Lascia come predefinito.
  • HTML Minify – ON. Scegli OFF se già abilitato con Cloudflare ma LSCache sembra fare un lavoro migliore nel rimuovere gli spazi bianchi.
    • Inline CSS Minify – ON. Spegnere se CSS è già ridotte di da Cloudflare.
    • Inline JS Minify – OFF. Si consiglia di minimizzare JS da Cloudflare.
  • Caricare CSS in modo asincrono – ATTIVATO.
    • Genera CSS critico – ON o OFF. Viene utilizzato per caricare prima le regole CSS “critiche” in modo che le pagine possano essere caricate più velocemente. Preferisco OFF perché non sto lavorando con un file di grandi dimensioni. Tuttavia, i CSS critici possono essere utili per file CSS di grandi dimensioni ma devono essere lasciati disattivati se si interrompe il CSS.
    • Genera CSS critico in background – ON.
    • Separare i tipi di post della cache CCSS: utilizzati quando sono necessari più file CSS critici creati per un singolo tipo di post.
    • URI della cache CCSS separati: utilizzati per specificare URI con formattazione diversa per la creazione di file CSS critici separati.
    • Inline CSS Async Lib – ON.
  • Carica JS differito – OFF. Questo sarà abilitato da Cloudflare con Rocket Loader, quindi non è necessario farlo due volte.
  • Escludi JQuery – ON.
  • Prefetch DNS: consente di precaricare domini esterni come Google Analytics e Google Fonts prima che venga effettuata una richiesta per promuovere il caricamento delle pagine più veloce per l’utente finale. Per trovare l’elenco dei domini esterni a cui vengonorichieste, eseguire prima un test di velocità con inviate leWebPageTest. Al termine del test, è possibile trovare l’elenco di domini esterni dalla scheda “Domini”.
  • Rimuovi commenti – OFF.
Impostazioni Litespeed LSCache Optimize

[6] – TUNING

  • Combina priorità CSS – OFF. Accendere se avete bisogno di file CSS combinati per carico prima di file CSS non combinata.
  • CSS Excludes: utilizzato per elencare i file CSS esclusi dall’essere minimizzati o combinati.
  • Priorità combinata JS – OFF. Accendere se avete bisogno di file combinato JS di carico prima di file non combinata JS.
  • Escludi JS: utilizzato per elencare i file JS esclusi dall’essere minimizzati o combinati.
  • Dimensione file combinata massima: lascia come impostazione predefinita, 1.2.
  • Rimuovi stringhe di query – OFF.
  • Carica Google Fonts in modo asincrono – ATTIVATO. Aggiunge una preconnessione a Google per il download più rapido di Google Fonts.
  • Rimuovi Google Fonts – OFF o ON. Presumo che questo sia per rimuovere i caratteri che vengono con il tuo tema, ma non sembra fare nulla.
  • Regole CSS critiche: utilizzate per impostare regole CSS critiche quando è abilitato il caricamento CSS asincrono.
  • JS Deferred Excludes – Usato quando JS Deferred è abilitato. È possibile elencare i file JS che non si desidera rinviare.
  • Rimuovi WordPress Emoji – ON. Spegnere, se si desidera WordPress emoji di file JS per carico.
  • Escludi URI: un filtro utilizzato per escludere eventuali URL dalle ottimizzazioni.
  • Escludi ruolo: un filtro utilizzato per escludere eventuali ottimizzazioni basate su un determinato tipo di utente.
Litespeed + Cloudflare LSCache Tuning Settings

[7] – MEDIA

  • Lazy Load Images – ON. L’ attivazione ritarderà il caricamento delle immagini quando non sono in vista, il che può aiutare con la velocità iniziale di caricamento della pagina.
  • Escludi caricamento immagine lazy load: utilizzato per escludere il caricamento lazy di immagini specifiche.
  • Escludi nome classe immagine caricamento lazy – Utilizzato per escludere il caricamento lazy di un gruppo di immagini in base alla loro classe. Ho escluso le classi di immagini che non voglio caricare in modo pigro – praticamente tutte le immagini che vengono visualizzate immediatamente quando una pagina viene caricata inizialmente. Sono solo pigro nel caricare immagini nei post.
  • Segnaposto immagine caricamento lento: utilizzato per specificare un’immagine segnaposto fino al termine del caricamento del caricamento lento.
    • Segnaposto reattivo (placeholder) – ON. Riserverà uno spazio per il caricamento delle immagini in modo che i contenuti non si spostino.
    • Colore di sfondo segnaposto reattivo: utilizzato per scegliere il colore del segnaposto.
    • Genera segnaposto reattivo in background – ON per generare automaticamente segnaposto.  OFF farà generare il segnaposto mentre l’utente è in attesa.
  • Iframe con caricamento lento – OFF. Attiva ON se stai usando iframe e vuoi caricarli pigri.
  • Libreria immagini in linea con caricamento lento – OFF. Accenderlo accederà al JS libreria di immagini inline in HTML che può ridurre una richiesta HTTP. Tuttavia, la dimensione della pagina può aumentare perché non utilizza una richiesta separata.
  • Ottimizza automaticamente – ON se si desidera utilizzare LSCache per ottimizzare le immagini. Spegnere se si sta utilizzando un plugin separato per ottimizzare le immagini.
    • Ottimizza Cron – ON.
    • Ottimizza immagini originali – ON.
    • Rimuovi backup originali – OFF.
    • Ottimizza versioni WebP – OFF. Accendere se si desidera salvare tutti i vostri PNG e JPG in formato WebP.
    • Ottimizza senza perdita di dati – ON o OFF. Accendere se si preferisce mantenere la massima qualità per la compressione delle immagini. Comprime senza perdita solo circa il 20% mentre in perdita comprime circa il 70% (cifre approssimative).
    • Conserva dati EXIF ​​/ XMP – OFF. Accendere se avete bisogno di dati di immagine, come macchina fotografica, data di copyright, coordinate GPS, commenti, ecc
    • Immagine WebP sostituzione – OFF. Accendere se si desidera utilizzare le immagini WebP al posto di JPG o PNG per tutte le vostre immagini.
    • Attributo WebP da sostituire: utilizzato per specificare i tipi di immagini sostituite con WebP.
    • WebP per extra srcset – OFF. Utilizzato per abilitare WebP per le immagini generate al di fuori dell’ambiente WordPress.
  • Ecco il codice CSS, per gentile concessione di litespeedtech, per far sfumare le immagini senza problemi quando si utilizza Lazy Load.

img[data-lazyloaded]{
opacity: 0;
}
img.litespeed-loaded{
-webkit-transition: opacity .5s linear 0.2s;
-moz-transition: opacity .5s linear 0.2s;
transition: opacity .5s linear 0.2s;
opacity: 1;
}

questo lo inserisci nel tuo custom css
Litespeed LSCache Media Setting

[8] – CDN

  • Abilita CDN – OFF poiché utilizzeremo Cloudflare. Passa direttamente all’API Cloudflare.
    • Mappatura CDN: utilizzo di Cloudflare, quindi lasciare l’impostazione predefinita.
    • URL originali: utilizzare Cloudflare, quindi lasciare l’impostazione predefinita.
    • Elenchi inclusi: utilizzo di Cloudflare, quindi lasciare l’impostazione predefinita.
    • Escludi percorso: utilizzare Cloudflare, quindi lasciare come predefinito.
  • Carica JQuery in remoto: utilizza Cloudflare, quindi lascialo come predefinito.
  • Quic Cloud API: utilizzo di Cloudflare, quindi lasciare l’impostazione predefinita.
  • API Cloudflare – ON. Vai allatuo dashboard delprofilo Cloudflare per trovare l’API Cloudflare e l’indirizzo email associati al tuo account.
Cloudflare Global API Key per Litespeed
Impostazioni Cloudflare + Litespeed LSCache CDN

[9] – ESI

  • Abilita ESI – OFF. Accendere se si desidera rimozione dati dalla cache la barra di amministrazione e modulo di commento in una pagina in cache. Ciò consente di servire sezioni non memorizzate in una pagina memorizzata nella cache.
  • Barra di amministrazione cache: lasciare come impostazione predefinita, ATTIVATO, per memorizzare nella cache la barra di amministrazione.
  • Modulo commenti cache – Lascia come impostazione predefinita, ATTIVATO, per memorizzare nella cache il modulo commenti.
  • Varia gruppo: lascia come impostazione predefinita.
LSCache ESI settings

[A] – AVANZATO

  • Cache oggetti – OFF. Attivare ON per eseguire query nella cache del database, quindi quando viene effettuata una richiesta di ripetizione, la richiesta può essere gestita dalla cache anziché eseguire nuovamente la query dal database.
  • Browser Cache – ON.
    • Browser Cache TTL – Lascia come predefinito, 2592000.
  • Controlla cache avanzata: lasciare questa opzione selezionata a meno che non si stia utilizzando un altro plug-in di cache contemporaneamente per uno scopo specifico. In genere, non si desidera utilizzare più plug-in di memorizzazione nella cache contemporaneamente.
  • Cookie di accesso: utilizzato per creare un cookie di accesso univoco per la gestione di plugin LSCache separati utilizzati da più siti da un host virtuale.
  • Elimina tutti i ganci: lasciare come predefinito.
  • Migliora la compatibilità HTTP / HTTPS – OFF. Quando è attivata,consente di risparmiare tutti i cookie di login come HTTP in modo che sarà accessibile per entrambe le connessioni HTTP e HTTPS.
  • Clic istantaneo – OFF. Accendere se si desidera che i link di siti web per ottenere precaricati quando un utente si libra sopra di esso.
LSCache Advanced Settings

[D] – DEBUG

Questa sezione non è richiesta per la configurazione iniziale. È strettamente a scopo di debug, quindi tutte le impostazioni possono essere lasciate predefinite a meno che non si stiano risolvendo problemi.

  • Diable Tutte le funzionalità – OFF.
  • Registro debug – OFF.
  • IP amministratore: il tuo indirizzo IP.
  • Livello di debug – Base o Avanzato.
  • Limite dimensioni file registro: lasciare come impostazione predefinita, 3 MB.
  • Hearbeat (Battito cardiaco) – ON.
  • Registra i cookie – OFF.
  • Comprimi stringhe di query – OFF.
  • Filtri registro – OFF.
  • Escludi filtri: lascia come impostazione predefinita.
  • Escludi filtri parti: lascia come impostazione predefinita.
LSCache Debug Settings

[C] – CRAWLER

Il crawler deve essere abilitato dal tuo host web in modo che questa sezione possa essere lasciata come predefinita. Inoltre, non è consigliabile attivare il crawler se si utilizza un piano condiviso a causa dell’ampio consumo di risorse.

  • Ritardo: lascia come impostazione predefinita, 500.
  • Durata esecuzione: lasciare come impostazione predefinita, 400.
  • Intervallo tra le esecuzioni: lasciare come impostazione predefinita, 600.
  • Intervallo di scansione: lasciare come predefinito, 302400.
  • Discussioni: lascia come impostazione predefinita, 3.
  • Limite di carico del server: lasciare come impostazione predefinita, 1.
  • IP del sito: per la ricerca per indicizzazione tramite IP anziché tramite nome di dominio.
  • Simulazione ruoli: utilizzata per eseguire la scansione come utente con accesso specifico.
  • Simulazione cookie: per cercare un cookie specifico.
  • Sitemap personalizzata: utilizzata per eseguire la scansione della propria Sitemap XML di Google.
  • Generazione Sitemap: lascia come impostazione predefinita. Utilizzato per generare una Sitemap per la scansione.
LSCache Crawler Settings

[W] Impostazioni WOOCOMMERCE con LiteSpeed e Cloudflare

  • Intervallo aggiornamento prodotto – Lascia come impostazione predefinita.
  • Utilizzare TTL pagina iniziale per la pagina del negozio – OFF. Accenderlo utilizzerà le impostazioni di pagina TTL anteriori dalla scheda “Generale”.
  • Carrello cache privato – OFF per escludere il carrello dalla cache.
LSCache Woocommerce settings

PASSAGGIO 4 – IMPOSTAZIONI DELLA VELOCITÀ DI CLOUDFLARE

È necessario un account Cloudflare per integrare il proprio servizio con LSCache. Dovresti aver già creato un account dal passaggio 1 o puoi creare un account gratuito se non ne hai ancora uno.

VELOCITÀ > OTTIMIZZAZIONE

  • Minimizza automatica: minimizza il JS qui poiché HTML e CSS sono stati minimizzati in LSCache. Tuttavia, puoi testare entrambi per vedere quale è più veloce. Basta non abilitarli sia da Coudflare che da LSCache – scegline uno.
  • Brotli – ON. Brotli è simile a GZIP ma svolge un lavoro migliore nella compressione dei file.
  • Caricatore a razzo – ON. Il caricatore di missili viene utilizzato per rinviare JavaScript. Questo potrebbe non funzionare correttamente se JS è stato minimizzato con LSCache.
  • Railgun – ONRailgun aiuta con una consegna più rapida delle pagine Web non memorizzate nella cache. Questa opzione potrebbe essere o non essere disponibile in base all’host web in uso. Io in quelli che offro io viene incluso gratuitamente. Questa funzione è disponibile con il piano aziendale Cloudflare di € 180 al mese.
Cloudflare Speed Optimization

SCHERMATURA SCRAPE

  • Offuscamento indirizzo e-mail – ON. Impedisce ai bot di raccogliere il tuo indirizzo e-mail per ridurre la posta indesiderata nella posta in arrivo che può consumare le tue risorse.
  • Escluso lato server – ON. Rende i tuoi contenuti visibili solo ai visitatori reali.
  • Protezione hotlink – ON. Hotlink Protection impedisce ad altri siti Web di collegare file dal tuo sito. I visitatori saranno comunque in grado di visualizzare e scaricare immagini dal tuo sito Web, ma ciò garantisce che i siti di spam non possano utilizzare la tua larghezza di banda collegando nuovamente le immagini ospitate sul tuo sito. Lo trovi anche sulla tua configurazione server, di solito
Cloudflare Scrape Shield settings

PASSAGGIO 5 – ELIMINA TUTTA LA CACHE

Dopo aver configurato la cache LiteSpeed ​​e Cloudflare, eliminare tutta la cache dalla pagina LSCache Manage. Prova a eseguire un test di velocità con Google Page Speed ​​Insights e scopri come. Puoi sempre fare di più per ottimizzare la velocità del tuo sito.

LSCache Purge Cache

(extra) Alcuni Termini in inglese:

Se stai cercando delle voci specifiche, potrebbero essere queste:

Cosa significa Privately cache frontend pages for logged-in users. (LSWS v5.2.1+ required)?

Crea una copia privata della cache (non pubblica) per gli utenti connessi. Amministratori compresi. quando abiliti “memorizzare nella cache le pagine per gli utenti registrati”, il sistema non esegue tutti i processi che WordPress esegue quando nessun plug-in di memorizzazione nella cache è disabilitato. Se abiliti questa opzione e il plug-in di memorizzazione nella cache separa i visitatori e gli utenti che hanno effettuato l’accesso. Risolve il problema di quando un visitatore normale vede cose come la barra del profilo nella parte superiore della pagina.

SINTESI

Il plug-in Cache LiteSpeed ​​ora dovrebbe essere configurato con Cloudflare. Se è la prima volta che imposti Cloudflare, possono essere necessarie fino a 24 ore per l’attivazione del DNS con il tuo host web.

Ci sono molte altre operazioni che si fanno per ottimizzare e rendere veloce le pagine internet (per esempio, come rimuovere il codice css o javascript inutilizzato), io ti posso aiutare per molte operazioni standard o quelle extra ed ho un ottimo tariffario come consulente. Se hai mai bisogno dell’aiuto interno di LiteSpeed, sono molto attivi nella loro comunità.

Hai bisogno di un supporto da un professionista? Contattami!

Assistenza Remota

  1. Contattami su WhatsApp al 3483144704 o Email info@leonardomarra.it
  2. Procurati TeamViewer o AnyDesk
  3. Problema risolto

Per Assistenza Hardware o Software dal vivo, puoi visitare la pagina Contatti QUI e fissare un appuntamento